L’Uomo in Più – Mauro Icardi

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon

mauro-icardi-space24-672

Nato in Argentina, Mauro Icardi, cresce calcisticamente in Spagna dopo il trasferimento dei genitori sull’isola di Las Palmas per via delle crisi economica del Paese sudamericano. È nelle fila del’Unión Deportiva Vecindario che si mette in luce segnando in totale 384 gol, che gli varranno il passaggio al Barcellona. Con le giovanili dei blaugrana segna 38 gol prima di essere ceduto in prestito alla Sampdoria nel gennaio del 2011: prestito con diritti di riscatto, che i doriani faranno valere per soli 400mila euro. La scorsa stagione si è messo in luce non solo con la casacca della Primavera, con la quale ha messo a segno 19 reti in 23 gare, ma anche con la Prima Squadra dei doriani segnando una rete decisiva ai fini del risultato finale a Castellamare di Stabia (Juve Stabia- Sampdoria 1-2), gara da cui è partita la rimonta dei blucerchiati verso i play off.

Un bottino niente male che ha attirato gli occhi degli osservatori di diversi club, su tutti la Juventus. Dopo aver rifiutato la convocazione della nazionale Under 21 italiana, ad aprile 2012, Icardi debutta anche nella nazionale argentina di pari categoria da lì a poco, e lo scorso 26 settembre fa anche il suo esordio in Serie A. Nel corso delle settimane ha modo di mettersi in mostra negli allenamenti con mister Ferrara che stravede per lui.

Il primo gol non tarda a venire: si tratterà di un gol importantissimo in occasione del 105esimo Derby di Genova, vinto dalla Samp 3-1, con sigillo finale proprio di Icardi. Oggi la prima doppietta in A ai danni della Juventus: già proprio la società che dall’estate ad oggi lo ha più di tutti cercato. Addirittura, nelle scorse settimane si era parlato di un trasferimento già a gennaio alla corte di Conte. Icardi, assieme a Poli e Obiang, è uno dei giovani più promettenti del massimo campionato italiano e Marotta e Paratici li hanno messi sul taccuino da tempo.

Difficile, ora, strappare il bomber argentino ai Garrone sin da subito: il prezzo è lievitato e in ogni caso il calciatore non verrà liberato prima di aver acquisito una salvezza tranquilla a giugno. Per ora, la Juve si è dovuta accontentare di una doppietta di Icardi allo Juventus Stadium… ma nella porta di Buffon.

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon