Slam Dunk!-Beal batte OKC. I Celtics conquistano il Madison

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon

uspw_6917522_crop_exact

Bentornati ed eccovi i resoconti della notte piena di sorprese e di poche conferme. La notizia è la vittoria dei Wizards sui Thunder di un Durant sempre spettacolare. Beal sulla sirena non tradisce e rimanda a casa gli avversari. Per i Knicks un’altra sconfitta in una partita in clima playoff contro gli acerrimi nemici di Boston. Non ci dilunghiamo e vi auguriamo una buona lettura.

Thunder at Wizards 99-101
I Wizards mettono a segno il colpaccio casalingo abbattendo i Thunder di Durant all’ultimo secondo. Il rookie Bradley Beal viene scelto per la giocata finale che riesce anche se con qualche patema. Il giovane dopo aver mandato al bar due difensori con una finta di tiro, segna un canestro difficilissimo con una mano in sospensione dalla linea del tiro libero. Per la sua squadra da segnalare la prestazione di Webster (22 pti) e Okafor (12 pti e 12 rimbalzi). Durant e soci non riescono ad uscirne stavolta, perdendo contro l’ultima della lega.

Celtics at Knicks 102-96
Nonostante il problema di falli di inizio partita, Pierce riesce a trasinare i suoi verso la vittoria. I Boston, costretti a fare a meno di Rondo per sospensione, abbattono i Knicks in una partita bollente e combattuta in cui Anthony segna 20 punti, ma non riesce ad imprimere il suo solito marchio. Il miglior marcatore della squadra di casa è Smith con 24 punti, ma la sua prova non serve a fermare i Celtics che aiutano compatti il capitano e riescono ad espugnare il Madison Square Garden. Storie tese tra Garnett e ‘Melo nel 4^ quarto, che continuano anche a partita terminata dove occhi indiscreti vedono la stella dei Knicks che aspetta l’avversario nel parcheggio.

Cavaliers at Bulls 92-118
I Bulls già dal secondo quarto diventano i padroni della partita e, guidati da Boozer, rimandano a casa i Cavs. Belinelli dalla panchina ne mette 15, ma la differenza come al solito la fanno Noah e Deng, che sembrano delle macchine per il continuo rendimento durante gli anni. Per i Cavs buona prova di Waiters con 18 punti, ma nessuna chance contro questi Chicago.

Spurs at Hornets 88-95
La gran difesa dei padroni di casa e un rinato Eric Gordon, costringono gli Spurs a capitolare. La rientrante guardia degli Hornets mette a referto 24 punti con una grande prestazione e, aiutato dai soliti Vasquez e Davis, acciuffa la seconda vittoria consecutiva. Per i San Antonio i 21 di Ginobili non riescono a terminare il brutto periodo.

Mavericks at Jazz 94-100
Magnifica prestazione di Hayward a sigillare la vittoria dei Jazz sui Mavericks di Nowitzki. Il tedesco deve ancora trovare la forma migliore dopo il rientro dall’infortunio e mette a segno 20 punti per aiutare i suoi. Dall’altra parte il giovane Hayward fornisce una prova da 27 punti, 6 rimbalzi e 5 assist, confermandosi sempre più come uno dei giocatori chiave di questa squadra, anche se molto sottovalutato.

Grizzlies at Kings 113-81
I Grizzlies passeggiano su Sacramento, con un Wayne Ellington che si accende e ne mette 26 dalla panchina. Zach Randolph offre il suo solito apporto con 17 punti e costringe gli avversari a capitolare. Per i padroni di casa da menzionare Salmons che guida i suoi con 17 punti.

Magic at Trail Blazers 119-125
In questa stupenda partita la spuntano i Portland sfruttando un parziale di 10-0 nell’Overtime. Entrambi i quintetti forniscono prestazioni solide e tutti i giocatori chiave vanno in doppia cifra. Per i Blazers Aldridge è il migliore con 27 punti, mentre nei Magic, Redick entra dalla panchina e segna 29 punti aggiornando il suo career-high.

Vi lasciamo con le giocate più belle della notte. Godetevi lo spettacolo e non mancate al prossimo
appuntamento!

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon