Mourinho è dannoso

jose-mourinho

Come sono lontani i tempi del Triplete o più semplicemente della vittoria della scorsa Liga, un pò di blanco in mezzo a tanto blaugrana…per Josè Mourinho la panchina del Real Madrid diventa sempre più scomoda. I Galacticos sono distanti ben 16 punti dal Barcellona primo ma le tante polemiche che aleggiano sul Bernabeu quasi fanno passare in secondo piano il distacco siderale subito dai catalani. A causa dei comportamenti controversi ed irriverenti che ne caratterizzano da sempre la carriera l’allenatore portoghese pare aver perso l’appeal che lo contraddistingueva; nel corso della sua conduzione tecnica al Real Madrid ricordiamo il dito infilato in un occhio al mister del Barça Tito Vilanova, la poco educata discussione con il compianto Manolo Preciado allora allenatore dello Sporting Gijón, gli insulti ai giornalisti e la panchina inspiegabile inflitta ad Iker Casillas negli ultimi due turni di campionato e con cui si è guadagnato i fischi dell’intero Bernabeu.

L’episodio ha generato strascichi evidenti, tanto che alla cerimonia di consegna del Pallone d’Oro lo stesso Casillas ha riservato omaggi soltanto all’allenatore della Spagna Vicente Del Bosque, ignorando del tutto Mou. E’ chiaro che nello spogliatoio madridista le cose non vanno, e addirittura secondo una indagine del quotidiano filogalactico Marca ben il 61,6% dei soci del Real Madrid non gradisce più Mourinho alla guida della squadra, mentre per poco più della metà, il 54,1%, sarebbe l’ideale separarsi al termine della stagione. Come motivazione principale di questo disamore nato nel tempo spicca la convinzione che i comportamenti del cosiddetto Special One danneggino l’immagine dei blancos. Oggi più che mai neri.

About The Author


Napoli, Il Napoli, Star Wars, la pizza, la mia donna, i videogiochi ed il giornalismo sportivo. Non necessariamente in questo ordine.