Australian Open: avanti Serena, tonfo della Errani

pop_eraniausopen2013quater

La seconda giornata degli Australian Open regala due sorprese inaspettate. Cadono le teste di serie numero 12 Nadia Petrova e, soprattutto per noi, la numero 7 Sara Errani.

Ma andiamo con ordine. Procede a gonfie vele il percorso netto di  Serena WILLIAMS che batte Edina GALLOVITS-HALL 6-0, 6-0. Unica “emozione” una leggera distorsione alla caviglia per l’americana che però si è rimessa subito in sesto e non dovrebbe aver avuto conseguenze.

Secondo turno anche per la numero 1 mondiale e detentrice del titolo, Viktoria AZARENKA che batte Monica NICULESCU 6-1, 6-4. Primo set sul velluto e qualche passaggio a vuoto nel secondo con 16 errori non forzati dall’avversaria numero 49 Atp, ma a Vika basta un break di vantaggio per chiudere in 1:27’ e affrontare giovedì la greca Eleni Danilidou che ha sconfitto la ceca Karolina Pliskova in un combattuto 7-5 5-7 6-4.

La prima sorpresa del giorno viene dal Campo 6 dove la giapponese Kimiko DATE-KRUMM batte nettamente la testa di serie n. 12 Nadia PETROVA 6-2, 6-0. La curiosità maggiore? La Date-Krumm, attuale numero 100 Wta, ha quarantadue anni e dodici di ritiro (dal ’96 al 2008) alle spalle.

L’ex numero 1 Caroline WOZNIACKI batte in rimonta Sabine LISICKI 2-6, 6-3, 6-3. Pessima amministrazione della tedesca che spreca un vantaggio di un set concedendo ben 43 punti per propri errori.Per la danese secondo turno contro la giovanissima classe ’96 Donna Vekic, astro nascente della scuola croata, che ha liquidato Andrea Hlavackova 6-1 6-2 in poco più di un’ora.

Passiamo ora alle note dolenti italiane: Sara ERRANI testa di serie numero 7 del tabellone perde malamente dalla non irresistibile spagnola Carla SUAREZ NAVARRO  6-4, 6-4. Partita condotta malissimo dalla nostra tennista fin dai primi scambi con qualche merito da parte della spagnola di inchiodarla in continuazione a fondo campo. Dopo i quarti dell’anno scorso la Errani cade così al primo turno ma la sua è un’analisi chiara : “Io penso che ripetere l’anno scorso è praticamente impossibile e non mi interessa nemmeno farlo. Nel senso, io voglio scendere in campo in condizione, lottare, dare il meglio di me stessa e vedere cosa succede. Non penso a ripetere quello fatto perché francamente è davvero difficile. Il primo torneo dell’anno è sempre difficile perché arriva dopo mesi di inattività e partite del genere possono succedere. So che quando sei la numero 7 del mondo la gente si aspetta tanto da te e dà per scontato i primi turni, ma io non sono il tipo di giocatrice che vince facile, per vincere devo sempre lottare ed essere al meglio e questo a volte può comunque non bastare”.

Rammarico invece per Francesca SCHIAVONE che lotta contro un’avversaria di livello superiore, Petra KVITOVA, ma è costretta a cedere al terzo set dopo aver conquistato nettamente il secondo: 6-4, 2-6, 6-2 il punteggio finale.

La milanese entra bene in partita, nonostante questo la ceca riesce a far suo un primo set combattuto. Ad inizio secondo la Kvitova sembra risentire più della Schiavone delle condizioni climatiche e gli spostamenti laterali della ceca si fanno piuttosto macchinosi. E’ brava ad approfittarne Francesca. La partita sembra girata ma la Kvitova, ad inizio del terzo ritorna a macinare gioco e anche grazie ad errori decisivi dell’italiana porta a casa la partita.

Buone notizie da Roberta VINCI che batte Silvia SOLER-ESPINOSA 6-3, 7-5. Primo set senza patemi, secondo set più sofferto soprattutto per i due break della spagnola che costringono la nostra tennista a trovare l’allungo decisivo solo all’undicesimo gioco.

Gli altri risultati:

Maria Kirilenko b.Vania King 6-4 6-2;

Svetlana Kuznetsova b. Lourdes Dominguez-Lino: 6-2 6-1

Varvara Lepchenko b. Polona Hercog 6-4 6-1;

Annika Beck b. Yaroslava Shvedova 6-2 6-7 6-3

D. Gavrilova b. L. Davis 6-3 6-7 6-4,

S. Hsieh b. L. Arruabarrena 7-6 6-2,

Y. Putinseva b. C. McHale 6-1 6-7 6-2,

A. Amanmuradova b. M. Johansson 6-4 6-2,

E. Vesnina b. C. Garcia 3-6 6-3 6-3 6-1

L. Safarova b. M. Lucic-Baroni 7-6 6-4,

B. Jovanovski b. M Torro 2-6 6-4 6-3,

S. Stephens b. S Halep 6-1 6-1,

L. Robson b. M. Oudini 6-2 6-3,

K. Mladenovic b. T. Babos 6-3, 4-6, 11-9,

J. Hampton b. U. Radwanska 6-2 6-4;

L. Kumkhum b. S. Arvidsson 7-6, 6-4,

L. Tsurenko b. A. Pavlyuchenkova 7-5, 3-6, 7-5,

Y. Wickmayer b. J. Gajdosova 6-1 7-5.