Australian Open: Djokovic – Murray in finale (video)

Australian Open Tennis

Una partita incantevole, epica per certi versi. Protagonisti: Roger Federer ed Andy Murray.

Lo scozzese sfata il tabù Federer (mai vinto in uno Slam contro lo svizzero) ed entra meritatamente in finale.

Una sfida avvincente. Con Murray che prende subito il comando dei giochi ma che deve fronteggiare la voglia di Federer di non abdicare.

Il primo set viene caratterizzato dalla capacità di Murray di servire in maniera perfetta. Federer è abbastanza impreciso e così lo scozzese vince il break e chiude 6-4 il primo set.

Il secondo set segue lo stesso copione per lo scozzese. Impeccabile sul servizio. Ma è Federer ad aumentare il tasso tecnico del gioco, a prestare più attenzione e a trascinare la partita al tie break. Sul 5 a 5 Murray attacca a rete e Federer alza un lob altissimo: lo scozzese sale in cielo e trova uno smash alto semi miracoloso, Federer si avventa e infila il passante di rovescio che vale mini-break, set e 1-1.

Si ritorna in campo un set pari, ma la musica non cambia. Murray continua ad essere implacabile nel servizio e nel sesto game lascia a 0 l’avversario, trovando il break e poi allungando per il 6-3.

Il quarto set è quello più divertente e spettacolare. Cala il servizio dello scozzese, gli scambi sono più lunghi e decisamente più combattuti. Nel quarto game Federer sale 40-0 sul servizio di Murray e dopo 2 ore e 41 di partita leva il servizio al britannico. L’allungo però non dura molto. Sotto fino al 4-1, lo scozzese rientra e nel settimo gioco sfrutta la prima palla del controbreak.

Si arriva sul 5-5. Federer spara fuori 3 gratuiti e subisce il break a zero. Murray serve per il set, ma lo svizzero è magnifico in un controbreak – terminato con una risposta incredibile su un servizio esterno di Murray sopra i 200. 7-6 e match che si deve decidere al quinto.

Qui cala vistosamente Federer,  le maratone affrontate in questi giorni si fanno sentire. Murray decisamente più fresco di testa e di gambe allunga sul 3 a 0, lo svizzero getta la spugna e il match termina sul 6 a 2 per lo scozzese.

Standing ovation da tutta la Rod Laver Arena. Federer c’è ancora e sarà difficile farlo abdicare, se non arrivare sempre al quinto set e imporre una freschezza atletica superiore. L’indizio? Gli esercizi di stretching, il linguaggio del corpo e i movimenti durante il quinto ed ultimo set.

Andy Murray si conferma ancora una volta l’antagonista principale di Novak Djokovic (in attesa di Rafa Nadal). Vince, convince e non si fa ingannare da due settimane di partite decisamente alla sua portata; trova la concentrazione al momento giusto e gioca un match di altissimo livello. (nel video gli highlights)

http://www.youtube.com/watch?v=F5kzxtx2ntk