Kovacic, il futuro è adesso (scheda + video)

mateo-kovacic32-560x382

Data di nascita: 6 maggio 1994
Luogo di nascita: Linz [Alta Austria – AUSTRIA – nazionalità CROAZIA]
Ruolo: CENTROCAMPISTA OFFENSIVO
Piede preferito: ambidestro
Squadra attuale: NK DINAMO ZAGABRIA (T-COM Prva HNL)
Numero di maglia: # 25

I media sono incorreggibili: spesso l’entusiasmo puo’ portare a far paragoni davvero scomodi, affibbiando etichette pesanti sulle gracili spalle di ragazzini imberbi, per quanto indubbiamente promettenti.

E’ proprio tale colpevole frenesia, seppur a fin di bene in taluni casi, ad aver portato la stampa croata a definire questo ragazzino nato a Linz, Austria, ma cresciuto a Zagabria, il “nuovo Lionel Messi” (!), ed uno dei migliori prospetti in assoluto nati negli anni Novanta del panorama calcistico mondiale.

Stiamo parlando di Mateo Kovačić, che con la sua faccia ancora da bambino sembra davvero pronto a stupire l’Europa nei prossimi anni… l’importante però è restare coi piedi per terra!

Eppure, dietro quegli occhi innocenti pare si nasconda una personalità forte e conscia dei propri limiti; sentite come ha risposto tramite le pagine del giornale “Jutarnji” al prematuro confronto:

“Non mi piace essere paragonato a Lionel. Ho solo il 10% del suo talento, non scherziamo!
E poi i miei modelli, in campo, sono Andrés Iniesta e Cesc Fàbregas; spero di assomigliare a loro, un giorno…”

Mateo è stato scoperto dalla società della capitale croata all’età di 12 anni, e già a quel tempo era considerato il miglior giocatore del mondo per la sua età dagli impazienti giornali slavi. E’ migliorato gradualmente nelle giovanili della squadra, tanto da divenire il leader della squadra Cadetti, capitano e numero 10 imprescindibile in campo coi suoi assist illuminanti e le sue giocate ad effetto.

Per molti addetti ai lavori, il suo potenziale è superiore a quello del promettente Mario Tičinović, il centrocampista classe 1991 che dopo aver esordito a 18 anni nella prima squadra dell’Hajduk Spalato si è un po’ perso in prestito al Karlovac.

“Mateo Kovačić rientra nella categoria dei giovani giocatori migliori e più completi in Europa, in rapporto alla sua verde età” dice il direttore della scuola della Dinamo, Romeo Jozak. “Per me, farà la fortuna della nostra Nazionale nei prossimi vent’anni”.

Non c’è che dire, in Croazia certo non difettano d’ottimismo, speriamo non lo brucino con aspettative sproporzionate…

Sono state, in particolare, le partite con la maglia della propria Nazionale U21 a smuovere i talent-scouts di tutto il Continente: infatti, nei primi 4 gol segnati con Mateo in campo, 3 sono nati da un suo assist decisivo.

Dotato di una visione di gioco davvero non comune per la sua età, nella stagione successiva diventa titolare e chiude l’anno con 25 presenze, 4 goal e 7 assist, guadagnandosi anche l’attenzione di Bilic prima e Stimac poi, che si sono succeduti nell’incarico di commissario tecnico della Nazionale croata. Non è un regista, non è il classico metronomo da piazzare davanti alla difesa a dettare i tempi di gioco. Mateo nasce trequartista ma alla Dinamo, anche per ‘convivere’ con il brasiliano Sammir, veniva utilizzato principalmente come interno di centrocampo, ruolo che ne esalta le doti nel palleggio, consentendogli di essere più nel vivo della manovra.

La chiamata nella Nazionale maggiore non è ancora arrivata ma il trasferimento all’Inter potrebbe accelerare il suo percorso. All’attivo Kovacic ha anche 12 presenze in Champions League, competizione che i tifosi nerazzurri sperano di tornare presto a disputare..

Le prime parole da nerazzurro del baby centrocampista: “E’ successo tutto talmente in fretta, sono ancora sotto shock, non so nemmeno cosa dire… La Dinamo è il mio club e la mia casa, andar via non è facile, ma l’Inter è una delle squadre più grandi del mondo, semplicemente non può essere rifiutato. Naturalmente, non è ancora finita e sono in attesa degli esami e delle visite mediche, ma credo che si tratti solo di formalità.”


Fonte: generazioneditalenti.com

About The Author



Classe '85. Fondatore e direttore editoriale di MaiDireCalcio (ora Contrataque), istintivo sognatore napoletano. Ho scritto per PianetaNapoli.it, ora sono redattore per NapoliCalcioLive.com, web content per jobyourlife.com e pagellista per calciomercato.it. Laurea in Economia, giornalista pubblicista, baggista e folle appassionato del Crystal Palace. Twitter @claudioc7 Facebook facebook.com/ChandlerBing85