Felice Natalino operato al cuore

natalino

Felice Natalino ora sta bene. Il dramma è stato solo sfiorato, per fortuna.

Felice Natalino, classe 1992, è uno dei tanti talenti usciti dal settore giovanile nerazzurro dopo che gli uomini di Moratti erano riusciti a battere la concorrenza del Genoa per strapparlo al Crotone.
Ha esordito in serie A il 28 novembre 2010, a 18 anni, con Benitez in un Inter-Parma. La settimana successiva viene schierato titolare dal tecnico spagnolo, come terzino destro in Lazio-Inter.  Il 7 dicembre il giovane Natalino debutta anche in Champions League contro il Werder Brema, subentrando a Javier Zanetti.

La vita gli sorrideva, tutti i suoi sogni si stavano avverando fino a quando il ragazzo è stato fermato dai medici interisti preoccupati per un problema cardiaco scoperto all’improvviso. Dopo alcune cure ed esami, il rientro sembrava ormai vicino, ma mentre si trovava in casa in Calabria, il giovane difensore ha accusato una forte aritmia cardiaca: la corsa prima in ospedale a Catanzaro per le prime cure urgenti, poi il volo a Milano al San Raffaele. Operazione riuscita perfettamente che ha riportato serenità e tranquillità al giovane e a tutta la famiglia.

Il ragazzo è tornato a casa assieme alla sua famiglia, mentre servirà tempo per capire effettivamente se potrà tornare a calcio.
In fondo è l’ultimo dei problemi dopo aver visto da vicino la morte. “Dovremo aspettare un po’ per capire se potrà tornare a giocare, almeno così ci hanno detto i medici. Se potrà tornare a giocare, comunque non sarà prima di 4-5 mesi. Ma quello che conta veramente è che ora mio figlio sta bene. Voglio ringraziare la famiglia Moratti che ci sta sostenendo alla grande, il professor Combi, i medici del Pronto Soccorso di Lamezia Terme e di Catanzaro. Grazie a tutti anche da parte di Felice. Ora torniamo a casa…”, le parole del padre di Felice.

About The Author



Studente di “Comunicazione Audiovisiva” all’Università degli Studi di Salerno. Sogna di diventare un giornalista sportivo professionista. Redattore anche per pianetanapoli.it