Piano B: la 25/a giornata della serie cadetta

marco-sansovini-spezia-ascoli-4-3

Sassuolo fortunato, vince una partita rocambolesca con la Pro Vercelli e allunga sul Livorno e, inaspettatamente, sul Verona, che sulla carta aveva l’impegno più facile. In coda batte un colpo il Vicenza, la Pro Vercelli e il Grosseto sembrano spacciati.

 

CESENA-TERNANA 1-0

89′ Succi (C)

La 25^giornata di serie B si apre con Cesena-Ternana, una sfida tra due squadre che stanno attraversando un ottimo momento di forma. La partita è bella ed equilibrata, molto tattica. A sbloccarla al fotofinish ci pensa una spettacolare punizione del bomber Succi (11° goal stagionale). Per il Cesena è la terza vittoria consecutiva, ora i playoff sono solo a 5 punti.

MIGLIORE: Succi(C)

 

SPEZIA-ASCOLI 4-3 (video highlights a fondo pagina)

14′ Zaza (A), 31′ Feczesin (A), 48′ Fossati (A), 55′ Antenucci (S), 76′, 83′ e 91′ Sansovini (S)

Fiera del goal all’Alberto Picco di La Spezia. Gli ospiti approfittano di un paio di disattenzioni dei padroni di casa. Prima Zaza ruba palla ad un ingenuo Guarna e insacca, poi erroraccio in ripartenza di Porcari ed è lo stesso gioiellino scuola Samp a lanciare in rete Feczesin. Peccarisi si fa espellere. Al riposo 0-2 con l’Ascoli in inferiorità numerica. Nella ripresa punizione del baby scuola Milan Fossati e 3-0 per l’Ascoli. Sembra ormai fatta per gli uomini di Castori ma al 56’ entra Sansovini e segna una tripletta. Il quarto goal è un capolavoro, tiro a giro di sinistro sul palo lungo. Sansovini, al suo 14° goal stagionale, si conferma un top player per la categoria.

MIGLIORE: Sansovini (S)

 

BARI-VARESE 0-1

12′ Pucino (V)

Buona partenza del Varese che pesca il jolly con un gran goal su azione da calcio d’angolo di Pucino, destro da fuori area al volo che si insacca sotto la traversa. Il Bari non reagisce, molti errori a centrocampo che danno il là alle ripartenze del Varese, pericolosissime con Neto e Ebagua. Nel secondo tempo espulso Damonte del Varese, ma il Bari rimane indolente. Solo nel finale va vicino al pareggio, ma il Varese riesce a conquistare una più che meritata vittoria.

MIGLIORE: Pucino(V)

 

PADOVA-BRESCIA 0-0

Le due squadre attraversano un momento di appannamento, un successo nelle ultime 8 gare per i veneti, uno su sette per i lombardi. Partita discreta e molto equilibrata. Equilibrio anche nei legni, uno preso da Babacar per il Padova, uno da Mitrovic per il Brescia. Alla fine ne viene fuori uno zero a zero che non serve a nessuno. Il Brescia non sa più segnare, terzo 0-0 consecutivo. Strano per una formazione che può contare su 2 bomber di razza come Caracciolo e Corvia. Al Padova sono stati ridati due punti per il caso Italiano, ora è in piena corsa playoff, ma serve un altro passo.

MIGLIORE: Arcari(B)

 

LANCIANO-CITTADELLA 3-2

6′ Vastola (L), 11′ Minesso (C), 13′ Volpe (L), 38′ Piccolo (L), 51′ Di Roberto (C)

Bella partita, effervescente e ricca di occasioni da una parte e dall’altra. Finisce 3-2 per i padroni di casa, ma sarebbe potuta finire tranquillamente 5-4 se non fosse stato per gli spettacolari interventi dei due portieri: Leali, l’erede di Buffon, e Cordaz, i più attenti si ricorderanno che è transitato per l’Inter. Vittoria tutto sommato meritata per i marchigiani, che stanno attraversando un periodo d’oro, 13 punti nelle ultime 5 gare.

MIGLIORE: Volpe(L)

 

CROTONE-GROSSETO 1-0

32′ Eramo (C)

Basta poco al Crotone per avere la meglio di un Grosseto non pervenuto. Il goal vittoria è il frutto di una dormita della difesa ospite che lascia Eramo solo al centro dell’area di rigore libero di colpire di testa. Per il Crotone tre punti d’oro per la corsa salvezza, il Grosseto e nei guai, la permanenza in B sembra un miraggio.

MIGLIORE: Eramo(C)

 

JUVE STABIA-NOVARA 2-4

38′ Lepiller (N), 50′ rig. Gonzalez (N), 57′ Caserta (J), 70′ aut. Figliomeni (J), 72′ Seferovic (N), 84′ Bruno (J)

Il Novara espugna il Menti di Castellammare di Stabia. A fare la differenza è l’uragano Gonzalez, per lui assist per il primo goal del cecchino Lepiller, rigore trasformato del 2-0, traversa su punizione. La palma del migliore in campo è tutta per lui. Per il Novara una bella boccata di ossigeno, grande delusione per le vespe che potevano fare un balzo avanti nella corsa playoff.

MIGLIORE: Gonzalez(N)

 

MODENA-REGGINA 1-1

33′ Ardemagni (M), 92′ Gerardi (R)

Il Modena viene da 3 sconfitte consecutive e cerca il riscatto, squadra in ritiro prima di questo incontro. I gialli iniziano col piglio giusto e dominano la gara trovando il vantaggio col solito Ardemagni (14°centro). La colpa dei canarini è di non chiudere la gara e al 92’ arriva la beffa, goal rocambolesco del neoacquisto Gerardi. Il pareggio vale quanto una sconfitta per il Modena, che sogna i playoff, vale quanto una vittoria per la Reggina, invischiata nella lotta per non retrocedere.

MIGLIORE: Ardemagni(M)

 

PROVERCELLI-SASSUOLO 1-3

1′ Cristiano (P), 12′ rig. Terranova (S), 44′ Troianiello (S), 90′ Berardi (S)

Partita sulla carta semplice per il Sassuolo, in casa della penultima in classifica. Si capisce subito che non sarà così, dopo 60’’ la Pro è in vantaggio. Al 12’ del primo tempo l’episodio che condizionerà la partita. Rigore per il Sassuolo, para Valentini, ma sullo sviluppo dell’azione nuovo fallo e nuovo rigore per la capolista con espulsione di Borghese. Questa volta Terranova segna. Allo scadere del primo tempo il Sassuolo passa in vantaggio con un goal di Troianiello che sfrutta un passaggio illuminante di Missiroli. Inizia il secondo tempo e addirittura il Provercelli rimane in 9! Nonostante ciò i bianchi giocano una gran partita tutto cuore e orgoglio, andando vicino al pareggio. Nell’estremo tentativo di pareggiare, all’ultimo secondo e con il portiere in attacco i piemontesi incassano il terzo goal ad opera di Berardi che si fa tutto il campo prima di insaccare.

MIGLIORE: Berardi(S)

 

VERONA-VICENZA 0-1

75′ Semioli (Vi)

Derby veneto con le due compagini che si trovano in situazioni diametralmente opposte. Il Verona è terzo mentre il Vicenza è terzultimo. La differenza in campo si vede. Giocano solo i gialloblu di Mandorlini esprimendo un gran bel gioco e creando occasioni a ripetizione. Cacia però non è in giornata, si mangia un goal clamoroso, e nessuno riesce a metterla dentro. Come spesso accade nel calcio quando non si segna in partite dominate si finisce per perderle. Così accade anche stavolta, con il Vicenza che porta a casa 3 punti con mezza occasione. Per il Vicenza si intravede una luce tra le tenebre, il Verona oggettivamente più di questo non poteva fare.

MIGLIORE: Sgrigna(Ve)

 

EMPOLI-LIVORNO 2-1

17′ Schiattarella (L), 35′ Tavano (E), 86′ Pratali (E)

Qui invece abbiamo un derby toscano. Partono meglio gli ospiti con un Sinigardi sontuoso. La supremazia labronica nella prima mezz’ora si manifesta con il goal di Schiattarella. Poi inizia a giocare l’Empoli. La differenza la fanno i portieri. Quello dell’Empoli, Pelagotti, si esalta con una serie di parate ad alto coefficiente di difficoltà. Quelli del Livorno, Fiorillo esce dopo il goal di Tavano infortunato, potevano fare meglio in occasione dei 2 goal. L’Empoli esce alla grande dalla doppia sfida con le prime della classe, 4 punti e la consapevolezza di poter tornare in A.

MIGLIORE: Pelagotti(E)


CLASSIFICA: Sassuolo 55; Livorno 51; Verona 47; Varese 42; Empoli 38, Padova 35; Brescia 34, Juve Stabia 34; Modena 33; Spezia 32, Ascoli 32; Cittadella 31; Cesena 30; Crotone 29, Lanciano 29, Ternana 29; Novara 28; Reggina 26; Bari 25; Vicenza 22; Pro Vercelli 16; Grosseto 15. (Penalizzazioni: Bari -7 punti; Grosseto -6; Novara -4; Reggina, Crotone, Modena -2; Ascoli e Varese -1).