Marijuana FC, gli 11 giocatori più “stupefacenti”

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon

2466

Il mensile inglese per soli uomini Loaded ha messo insieme la Marijuana FC, la squadra composta da tutti i giocatori o allenatori che hanno ammesso l’uso di droghe leggere o sono finiti nei guai per questo. Spicca un nome, quello dell’allenatore Roberto Mancini che, in un’intervista di 10 anni fa a “Le Iene”, confessò di essersi fatto una-due canne in gioventù. Niente rispetto ad alcuni giocatori che “allena”. Come Gino Coutinho, portiere del Den Haag che fu condannato a 6 mesi con la condizionale e 240 ore di servizi alla comunità: gestiva una fabbrica della cannabis.

Ma guardiamo gli altri nel dettaglio:

Chris Armstrong (ex-Crystal Palace/Spurs)
Il primo giocatore della Premier a risultare positivo ai test contro le droghe, era il 1995.  Ritornò dopo la squalifica ma non fu mai più lo stesso giocatore di prima.

Jose Baxter (Everton)
Ha infranto il record di Rooney nel 2008, come giocatore più giovane dell’Everton e poi quello della legge, beccato con soldi ed erba fuori da un locale

Harry Milanzi (Zambia)
Beccato in un test positivo alla droga, fu condannato ad una multa di $2,500 e sospeso per 6 mesi, saltò la Coppa D’Africa del 2005

Wilder Medina (Colombia)
Un campione! 4 volte positivo alla cannabis!

Michael Arroyo (Ecuador)
Nel Deportivo Cuenca fu beccato. Positivo alla marijuana, 2 anni di squalifica per lui.

Lee Bowyer (Ipswich Town)
Nel 1995 venne cacciato dall’Under 18 inglese, sospeso per 8 settimane e costretto a seguire un corso di riabilitazione.

Euzebiusz Smolarek (ex-Bolton loanee)
“The Hash Bomber’ nel 2002 risultò positivo alle droghe, lo nega ancora.

Jamie Stuart (AFC Wimbledon)
6 mesi fuori per possesso di cocaina ed erba

Anzur Ismailov (Uzbekistan)
Nel 2009 fallì i test della FIFA, non il punto più alto della sua carriera

Mbulelo Mabizela (ex-Tottenham Hotspur)
Chiamato l’Old John per la sua maturità, fu squalificato per 6 mesi nel dicembre 2006, non proprio maturo.

Gino Coutinho (ADO Den Haag)
Il migliore. 240 ore di servizio alla comunità per avere una vera e propria fabbrica di cannabis.

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon

About The Author



Classe '85. Fondatore e direttore editoriale di MaiDireCalcio (ora Contrataque), istintivo sognatore napoletano. Ho scritto per PianetaNapoli.it, ora sono redattore per NapoliCalcioLive.com, web content per jobyourlife.com e pagellista per calciomercato.it. Laurea in Economia, giornalista pubblicista, baggista e folle appassionato del Crystal Palace. Twitter @claudioc7 Facebook facebook.com/ChandlerBing85