Cadono River e Boca, si ferma il Lanus. Si ritrova il Velez!

Juan-Roman-Riquelme-PI_20130304090717361_660_320

4^ giornata del Final e iniziano già le sorprese.

Pronti e via il primo anticipo ci regala un pirotecnico 3-3, le due contendenti il Quilmes e l’Atletico de Rafaela regalano agli spettatori del “Centenario Dr. José Luis Meiszner” uno spettacolo molto divertente nonostante il livello tecnico delle due fazioni non sia eccelso.

Gli appuntamenti più gustosi della giornata si giocano infatti tra Domenica e Martedì. A Buenos Aires si gioca uno dei tanti derby, San Lorenzo – River. Curioso episodio caratterizza la partita, il mister Ramon Diaz viene espulso dall’arbitro, il Sr. Delfino, ancor prima che la partita possa iniziare. Come se non bastasse dopo 40’’ il San Lorenzo passa avanti con il goal di Stracqualursi, l’ex Everton ribadisce in rete una “carambòla” che si infila all’angolo. Arriva al 20° il raddoppio. Ruiz pennella al centro dell’area una gran punizione che Mauro Cetto insacca con uno stacco imperioso, così dopo nemmeno una mezz’ora di gioco il River senza il suo condottiero è matato.

Si gioca in concomitanza all’ “Estadio José Dellagiovanna” Tigre – All Boys. La squadra di Gorosito ritrova la vittoria dopo due giornate nelle quali aveva racimolato un solo punto. I rossoblu, orfani di Ruben Botta, in procinto di andare all’Inter, in un’atmosfera surreale senza pubblico, passano in vantaggio su calcio di rigore dopo 7’ con il suo numero 10 Perez Garcia. Vantaggio effimero che dura solo tre minuti. Trova infatti il suo 1° goal in carriera Santiago Munoz Montoya, centrocampista brevilineo classe ’91. Il ragazzo colombiano, di Medellin, si presenta al campionato argentino con una rete fantastica, che fa intravedere del talento da tenere sott’occhio. Il “Colo” prende palla dai trentacinque metri, salta con estrema facilità un avversario e con il suo sinistro scarica una bordata all’angolino che trafigge un distratto Albil. E’ ancora il numero dieci del Tigre però a riportare avanti i suoi. Azione sulla sinistra di Rusculleda, cross in mezzo e inserimento di testa del trequartista che fissa il risultato sul 2-1.

Il risultato più clamoroso arriva però di Lunedì, si sfidano alla Bombonera Boca e Union di Santa Fe. Nel giorno del ritorno del “Mudo” a casa, il “suo” Boca incappa in una sconfitta stupefacente. La partita è divertente e scorre velocemente. Siamo al 27° quando l’Union giostra alla perfezione un’ azione d’attacco che Lizio conclude con uno scavetto preciso. Il raddoppio al 35° è di pregevole fattura. Bianchi, baluardo difensivo dell’Union stoppa un pallone arrivato dalla fascia destra, stop a seguire e conclusione al volo con la punta destra che si infila alle spalle di Orion. Riquelme prova a scuotere i suoi con un paio di giocate di tecnica sopraffina, ma la fortuna non è dalla sua. Arriva anzi la beffa al 15° del secondo tempo. Una sciocchezza incredibile della difesa del Boca regala palla a Franzoia che spara sul palo, pronto in seconda battuta c’è però Magnin che sigla il più facile dei goal. Quanto mai inutile è la rete del Tanque Silva al penultimo minuto di gioco, che schiaffa in rete un bel cross del “Pichi” Erbes.

Sugli altri campi tornano a vincere Velez e Newells:
Quilmes – Atl. Rafaela 3-3 (Menendez 68’, Cauteruccio 75’, Fontanini ag. 87’ – Eluchans 48’, Rodriguez Rojas 66’, Dominguez 74’)
Newells – Belgrano 2-0 (Scocco 30’, Urruti 90’+11’)
Colon – Estudiantes 3-3 (Gigliotti 24’, Curuchet 84’, Bernardello 90’+2’ – Nunez 4’, Martinez 12’, Zapata 62’ rig.)
Arsenal – Independiente 1-0 (Lopez 44’)
Godoy Cruz – Argentinos 0-0
Racing Club – Lanus 0-0
Velez – San Martin 3-0 (Cubero 22’, Insua 25’, Rescaldani 63’)

Gol de Montoya Muñoz
http://www.youtube.com/watch?v=jREBMJ2Yp5M