Udinese, guai per “Renegade” Ranegie

ranegie

Grane in vista per Mathias Ranégie, attaccante svedese dell’Udinese. Secondo quanto riportato dal quotidiano scandinavo ‘Aftonbladet‘, il calciatore sarebbe stato coinvolto in una rissa nel weekend. Il possente centravanti avrebbe passato la serata di domenica scorsa in un locale in Austria, forzando una donna a ballare con lui. Un conoscente della ragazza ha cercato di proteggerla e in quel momento si sarebbe scatenato un parapiglia, con l’uomo che ha avuto la peggio riportando la frattura del naso. A quel punto sarebbe scattata la denuncia.

PRECEDENTI Il calciatore (che al quotidiano ha negato tutto e ha detto di non essere stato in Austria) ieri si sarebbe dovuto presentare per essere interrogato e invece è rimasto a Udine. Ranegie ultimamente ha fatto parlare più per le vicende fuori dal campo che per le sue prodezze sportive: infatti dopo il suo primo ed unico gol italiano segnato contro il Milan, Renegade è stato protagonista di alcuni curiosi episodi: il violento attacco allergico che lo ha colpito durante una cena coi compagni di squadra dopo aver mangiato un dolce alle noci, oppure la sua “dimenticanza” lo scorso 11 novembre, quando in occasione del match contro il Chievo non si presentò al raduno convinto che la partita si giocasse in casa al Friuli, salvo poi raggiungere Verona in auto. Invece nel 2011, quando giocava in Germania nel BK Hacken, finì all’ospedale a seguito di un pugno inflittogli da una donna appartenente ad una girl gang.