Bryant conferma:”La peggior distorsione mai avuta”

8096737

Kobe Bryant ha trattenuto i suoi pensieri durante l’intervista nel post-partita di Lakers-Hawks della notte scorsa, in cui è incappato in una forte distorsione della caviglia sinistra.

Ora il ‘Mamba‘ è stato messo in lista infortunati a tempo indeterminato, ma la domanda che tutti si pongono riguarda il tempo che ci metterà per recuperare. Quando ha parlato alla reporter a fine partita, gli è stato chiesto se l’infortunio è stato doloroso quanto quello occorso nelle finali NBA del 2000 contro gli Indiana Peacers.

La sua risposta è stata semplicemente: ‘Yup‘.

Allora Bryant aveva 21 anni e la distorsione fu così grave da tenerlo fuori per gara 3. Riuscì a tornare in tempo record per gara 4, fornendo una prestazione da campione che portò i Lakers sul 3-1 nella serie, terminata poi con la vittoria del primo anello in maglia gialloviola da parte di Kobe e soci.

La durezza mentale del campione losangelino è documentata ed è stata sotto gli occhi di tutti soprattutto nelle ultime stagioni. Ha giocato gli ultimi campionati con il dito indice danneggiato e la serie di playoff del 2011 contro gli Hornets con un infortunio alla caviglia.

I Lakers ora hanno un record di 34-32 e sono aggrappati all’ottavo posto ad Ovest, con il fiato sul collo da parte dei Jazz e dei Mavs. Ovviamente Kobe è stato il migliore dei suoi per tutta la stagione e, fino a questo momento, ha trascinato la squadra verso i playoff come aveva promesso.

La sua assenza potrebbe sfociare in un momento di crisi ma, con il ritorno di Gasol dall’infortunio e con la crescita di Howard e Nash, la squadra di D’Antoni ha buone chance di restare saldamente in zona playoff, concedendo un po’ di riposo alla loro superstar.