Katidis, escluso a vita dalla Nazionale

katidis saluto romano

Era riuscito a diventare il calciatore più famoso del mondo per un giorno. Non per un gol meraviglioso, non per un trofeo personale ma con la sua esultanza, decisamente fuori da ogni logica. Un saluto romano che ha destato scalpore e riscosso una notevole risonanza mediatica sia in Grecia che in tutta Europa.

Il giocatore in questione è Giorgos Katidis, dell’AEK Atene, che dopo un gol nella sfida contro il Veria, fondamentale per la salvezza, si è rivolto sotto la curva dei propri sostenitori con il saluto romano. Il partito di estrema destra ellenica, “Alba Dorata”, ha raccolto alle ultime elezioni un discreto successo ottenendo il 6,92% dei voti e 18 seggi in Parlamento.

La conseguenza del suo gesto è una punizione esemplare. Il centrocampista classe ’93 è stato escluso a vita da qualsiasi Nazionale ellenica, dalle giovanili (38 presenze finora) a quella maggiore. Una pena forte per dare un segnale al giovane e soprattutto una lezione che ricorderà per tutta la vita.

Il provvedimento afferma:

“..colpisce profondamente tutte le vittime delle atrocità naziste e ferisce il carattere pacifico e profondamente umano del calcio […] la Federcalcio farà sempre tutto il possibile per preservare i valori umani e di solidarietà nello sport”. 

Il video dell’esultanza: