La corsa al secondo posto

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon

cavani-e-balotelli-585x347

Cavani e Balotelli. Sono i volti della corsa al secondo posto.
Non è un traguardo di poco conto per il Napoli e per il Milan. Il Napoli era indicato come l’unica possibile alternativa alla Juventus. Ha retto finchè ha potuto, poi ha lasciato che la zebra scappasse lontano. Talmente lontano da non riuscire più a tenerla nel mirino. Ma un secondo posto e un ritorno nell’Europa più importante e più sfarzosa salverebbe una stagione che in molti immaginavano diversamente.
Per il Milan arrivare in Champions League non è certamente una novità. Ma visto come si erano messe le cose ad inizio campionato l’Europa, anche quella meno nobile, sembrava un miraggio. Il tempo e i risultati hanno dato (finora) ragione a dirigenza e tecnici, che hanno voluto puntare molto di più sui giovani.
Ci sono due punti di distanza. Lo scontro diretto si giocherà a Milano, dopo il 2 a 2 del San Paolo. Quella dell’andata fu per il Milan la gara della svolta. Da lì è iniziata la lunga rincorsa che ha riportato i rossoneri a competere per posizioni importanti di classifica.
La crisi di febbraio del Napoli e di Cavani ha permesso al Milan di avvicinarsi. Tanto. Così tanto che un ulteriore passo falso potrebbe costare un sorpasso.
Mentre il bomber sudamericano si prendeva un mesetto di riposo dal gol, dall’altra parte c’era un altro bomber che voleva recuperare il tempo perso lontano dall’Italia. C’erano molti scettici il giorno della conclusione dell’affare-Balotelli.
Supermario è entrato in un gruppo che stava già recuperando terreno, ma ha dato un’ulteriore scossa. La stessa scossa che è riuscito nuovamente a dare Cavani contro l’Atalanta. Nell’ultima giornata di campionato disputata entrambi hanno messo a segno una doppietta. Entrambe le doppiette sono valse tre punti.
Non è ancora tempo di confronto diretto, intanto i due si sfidano a distanza a suon di gol. 20 quelli messi a segno da Cavani dall’inizio del campionato (il suo record è 26), 7 quelli messi a segno da Balotelli in neanche due mesi in rossonero.
Dai loro piedi, dalla loro testa, dai loro rigori, passerà il secondo posto. Saranno molto probabilmente i loro gol a stabilire quale squadra avrà la meglio.

A partire dal prossimo sabato. Il Napoli giocherà fuori casa contro il Torino, il Milan andrà in scena a Verona. Dopo le fatiche in nazionale la ripresa non sarà semplice e chissà che la silenziosa Fiorentina, a fari spenti, non riesca a rosicchiare qualche altro punto.

CONDIVIDIShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on RedditShare on StumbleUpon