Veron, altro che Brujita

veron

La città di La Plata, importante centro argentino non distante dalla capitale Buenos Aires,sta vivendo momenti difficili. A causa delle forti piogge negli ultimi giorni si sono avute delle forti inondazioni che hanno comportato danni ingenti e ben 54 vittime. Juan Sebastian Veron, nativo proprio di La Plata, da poco ritiratosi dal calcio giocato ed attualmente inserito nella dirigenza del club cittadino dell’Estudiantes, ha voluto dare il proprio contributo partecipando attivamente alle operazioni di soccorso.

AIUTO – L’ex centrocampista di Sampdoria, Parma, Lazio ed Inter ha messo a disposizione la sua barca mettendosi alla ricerca di alcuni familiari e di altri dispersi. Ecco le sue parole: “Sto molto male perché è qualcosa che ci fa soffrire, direttamente o indirettamente. Sono andato con mio cugino a casa sua, era inondata e non si poteva uscire. Così siamo andati con un gommone ed abbiamo recuperato quattro ragazze e due ragazzi.

RABBIA – Ciò che si sente in questo momento è tristezza, impotenza e rabbia. Gente che lavora, che si guadagna il pane ogni giorno, perde tutto in due ore. Ci sono persone molto solidali da tutto il mondo. Dobbiamo ringraziarli. Della gente non si può dire nulla. Invece è molto triste vedere come i politici si accusano a vicenda invece di mettersi a disposizione della gente. Questo mi da tanto fastidio”.

About The Author


Napoli, Il Napoli, Star Wars, la pizza, la mia donna, i videogiochi ed il giornalismo sportivo. Non necessariamente in questo ordine.