Atalanta in lutto. E’ morto Ivan Ruggeri

ATALANTA 2005/2006 - RADUN A ZINGONIA

Si è spento questa notte l’ex presidente dell’Atalanta, Ivan Ruggeri. L’ex patron nerazzurro aveva 68 anni,  per  quattordici era stato a capo dell’Atalanta e, purtroppo, da  cinque era in stato vegetativo a causa di un’emorragia cerebrale.  Ruggeri lascia la moglie Daniela e due figli, Alessandro e Francesca. I funerali si terranno lunedì alle 15 a Telgate.

Aveva acquistato la società bergamasca nel 1994, riuscendo a risollevare in poco tempo il club in difficoltà economiche e tecniche e a riportarlo ai fasti di un tempo.  Memorabili le annate con Vavassori in panchina o i tanti giovani lanciati negli anni come Inzaghi, Doni, Vieri, Pazzini  e Montolivo. Il rapporto di Ruggeri con Bergamo non è sempre stato rose e fiori, in particolare con la tifoseria organizzata e gli ultrà che arrivò a definire “branco di caproni”. Nel 2009, poi, la cessione della tanto amata Dea all’attuale proprietario Percassi. Non aveva paura di dire quello che pensava e questa era probabilmente la caratteristica che più gli veniva riconosciuta nel mondo del calcio e non solo. Caratteristica che era destinata a dividere i pareri della gente, della sua gente, quella di Bergamo a cui, al di là di tutto, Ruggeri ha sempre voluto un gran bene.