Bradley elogia i veterani della sua squadra

Avery Bradley si è fatto notare in questa stagione non solo come un potenziale fenomeno in difesa, ma anche come una figura di riferimento per i giovani che, come lui, si trovano nella bolgia dell’NBA. Ovviamente la sua crescita all’interno dell’ambiente dei Celtics non poteva che passare per le strade di Paul Pierce e Kevin Garnett che, con la loro sapienza cestistica, hanno forgiato un ragazzo da cui ci si aspettano grandi cose. Proprio Bradley parla alla stampa dei suoi compagni che hanno aiutato la sua crescita fino alla presenza in quintetto (anche dovuta all’infortunio di Rondo) .

“Fin dal primo giorno KG e Paul, ma anche giocatori che non sono più qui come Allen, mi hanno aiutato ad essere quello che sono ora sia in campo che fuori. Gliene sono grato perchè mi hanno trasmesso sicurezza e, come tutti sanno, sono dei grandi leader.”

L’ammirazione di Bradley per i suoi compagni, e specialmente per Garnett, si vede chiaramente dai suoi stessi occhi mentre rilascia le dichiarazioni.

“E’ grandioso fare tutto ciò a quest’età. Adoro come gioca ed è stato sempre uno dei miei giocatori preferiti. Adesso che mi trovo qui, osservarlo ed avere l’occasione di vederlo anche nella preparazione delle partite, mi fa capire cosa c’è dietro a questo grande campione.”

PUBBLICATO SU NBARELIGION.COM