Inter, peggio di così…

stramaccioni boh

Dalle parti della Pinetina non c’è alcuna voglia di sorridere. E non potrebbe essere altrimenti, dopo la seconda sconfitta consecutiva dell’Inter questa settimana, giunta contro il Cagliari sul campo neutro del Nereo Rocco di Trieste. il 2-0 firmato dall’ex mai considerato, Mauricio Pinilla, ha gettato ancora più nello sconforto Stramaccioni ed il popolo interista. Emblematica la mossa dell’allenatore che ad un certo punto, nel secondo tempo, ha schierato Walter Samuel in attacco assieme a Tommaso Rocchi. Non gira proprio niente per il verso giusto, tra infortuni, sviste arbitrali ed evidenti errori tecnici e tattici, e quest’ultimi la maggior parte delle volte rendono inutile l’appellarsi a presunti complotti o torti arbitrali.

LO SPAGNOLO AVEVA RAGIONE – La verità è che questa squadra è stata costruita male, e Rafa Benitez a suo tempo aveva ragione ad esigere dei cambiamenti per quanto riguarda l’organizzazione dello staff sanitario. Come si spiegano altrimenti i numerosi infortuni in stagione (circa 50 al momento, tra stop fisici e ricadute varie) ed il recente sfogo dell’allenatore ora al Chelsea all’indomani dello stiramento accorso a Palacio? Che per inciso l’infermeria dell’Inter sta provando ad accelerarne il recupero…e qualcuno già trema per questo.

NUMERI IMPIETOSI – Nel frattempo contro il Cagliari è arrivata la dodicesima sconfitta in campionato su 32 partite, ed il quarto ko negli ultimi cinque incontri. Andrea Stramaccioni non è in discussione, ma secondo alcuni rumors sorti nelle ultime ore, il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Roma in programma fra due giorni a San Siro potrebbe far riflettere il presidente nerazzurro, Massimo Moratti. Certo, Se Stramaccioni venisse esonerato va detto che non dovrebbe essere il solo, perché anche la dirigenza dell’Inter in toto dovrebbe andarsene.

ROCCHI, MOMENTACCIO – Intanto spiacevole sorpresa per Rocchi, che alle 13:00 di ieri ha subito un furto nel suo appartamento, coi ladri che gli hanno svaligiato la cassaforte. Da quantificare il danno subito.