Caceres: “Ho avuto paura quando volevano tagliarmi i capelli”

caceres

Martin Caceres è pronto a tornare in campo dopo il bruttissimo incidente automobilistico di cui è stato vittima un mese fa. Il difensore uruguayano ha raccontato quei momenti  a ‘El Observador’  cercando di sdrammatizzare l’accaduto. Particolarmente divertente è la scena avvenuta al pronto soccorso al momento di ricucire la profonda ferita alla testa riportata dallo juventino. Caceres la racconta così: “L’infermiera l’ho fatta impazzire, mi stava tagliando i capelli e le ho chiesto cosa facesse,quando mi ha risposto le ho detto chiaro e tondo di non tagliarmi tutti i capelli perché altrimenti sarei morto… Sono abituato da tutta la vita a portare i capelli lunghi. E’ logico che se me li vogliono tagliare  dico di no, è impossibile”.

 

El Pelado poi si fa più serio e si dice molto fortunato di non aver riportato lesioni gravi nell’incidente: “Scherzi a parte oltre al colpo alla testa non ho avuto altre conseguenze gravi, a parte qualche livido qua e là. Mi è andata bene”. Infine Martin ringrazia per la solidarietà il commissario tecnico della nazionale uruguayana, Washington Tabarez: “E’ stato molto importante per me in queste settimane, le sue parole sono state bellissime. Per noi nazionali è come un padre”.