Montella: “Osvaldo alla Fiorentina? Costa poco…”

montella

Le dichiarazioni di Vincenzo Montella alla vigilia di Fiorentina-Roma

ANDREAZZOLI- E’ una brava persona, molto competente. Lo stimo molto e come collaboratore nella mia breve parentesi in giallorosso è stato molto preziosi.Si vede che la squadra pensa a cosa fare in entrambe le fasi. Probabilmente pone più attenzioni su entrambe le frasi rispetto a quando c’era Zeman.

JOVETIC- Sta giocando in un ruolo che in prospettiva può diventare suo ma che ancora non è completamente nel suo DNA. A Genova si è trovato in grado di segnare se i suoi compagni lo avessero servito. Domani comunque mi aspetto sempre qualcosa di più.

ROMA- Per la Roma ho grande affetto, ho vissuto un periodo molto felice e in società ho amici. Per me non può essere una partita come le altre. Se vinciamo poi avremmo quasi la certezza dell’Europa League e sarebbe un risultato importante anche in chiave terzo posto. Non posso giudicare il cammino o le ambizioni della Roma essendo fuori dall’ambiente. Le mie frasi verrebbero strumentalizzate.

TOTTI- Non ci siamo sentiti. E’ un giocatore molto particolare, ma in questo Lamela sta bene e forse anche Osvaldo.

OSVALDO ALLA FIORENTINA- Per ché costa poco… o dovrebbe costare poco..

MILAN- Noi prima dobbiamo consolidare l’Europa League e domani sarà decisiva. Poi vedremo il resto. Il Milan ha dalla sua l’ambiente e i giocatori per competere per certi traguardi. Noi abbiamo la spensieratezza e la leggerezza. La squadra sta bene, vive bene questo momento e domani anche il pubblico ci darà una mano con il suo entusiasmo contagioso.

ANTICIPO- Secondo me non cambia niente. Se vinciamo noi poi il problema è loro. Sono situazioni che nel calcio moderno sono abituali e vanno capite e accettate.

LJAJIC-JOVETIC- Credo che sia sbagliato fare dei paragoni. Ognuno deve fare il suo percorso. Ljajic ha le stigmate da grandissimo giocatore ma per essere considerati tali c’è bisogno di tempo e continuità. Solo il tempo potrà dire se un giocatore è un campione o un aspirante tale.  Dovrà pensare bene al proprio futuro. Secondo me la sua sistemazione ideale per crescere ancora è quella della Fiorentina. Forse lui ha più bisogno della Fiorentina più di quanto la squadra ha bisogno di lui.

CUADRADO- Sta bene, gioca bene. Sta crescendo molto, è un generoso e i compagni conoscono questa sua dote.

BORGONOVO- Lo ringrazio moltissimo, ci relazioniamo spesso via mail anche per capire se possiamo organizzare una partita per raccogliere fondi a favore della sua fondazione”.

About The Author



Studente di “Comunicazione Audiovisiva” all’Università degli Studi di Salerno. Sogna di diventare un giornalista sportivo professionista. Redattore anche per pianetanapoli.it