Zanetti: “se starò bene continuerò fino a 42 anni”

Bayern Muenchen v Inter Milan - UEFA Champions League Final

 

Il Capitano dell’Inter, intervistato da Fabio Caressa e Ivan Zazzaroni a Deejay Football Club, ha risposto alle domande a 360° gradi: l’impressione è stata quella di un uomo dispiaciuto, ma con tanta, tantissima voglia di tornare in campo: “mia moglie sta cercando dappertutto cosa farmi fare, non posso stare fermo”.

L’INFORTUNIO Sull’infortunio è fatalista: “doveva capitare, è capitato a me, mi dispiace perchè in questo momento siamo veramente pochissimi, ma la prendo come una cosa che nel nostro mestiere può succedere: penso solo a guarire“. Non mancano le battute però: “c’è successo di tutto e di più, quest’anno ce l’hanno gufata troppo grossa (ride, ndr). Se starò bene posso continuare anche fino a 42 anni“.

PAPA E MERCATO E’ stata fatta molta ironia sul web sull’incontro fra Zanetti e Papa Francesco pochi giorni prima dell’infortunio, ma Javier è stato lapidario: “l’incontro col Papa è stato importantissimo, poter portare lì anche la mia famiglia è stata un esperienza indimenticabile

Sul mercato ironizza sulla questione argentini e sull’infortunio di Botta: “tutte le volte che viene un argentino dicono che lo porto io, ma io non conosco Botta. Conosco Biglia, che dovrebbe andare alla Lazio, ma non dite che viene all’Inter o si fa male pure lui!

IBRA E MOU Pungente la domanda su Ibrahimovic alla Juventus: “sembra che la Juve voglia prenderlo sul serio, sarebbe un grandissimo acquisto“. Negli ultimi giorni avrebbe anche parlato con Mourinho: “si, ci ho parlato, è deluso perchè credeva molto in questa Champions, ma non sa cosa farà adesso. Il suo pregio? La grande personalità, trasmette la mentalità vincente alla squadra. Il difetto? Litiga con tutti“.