Spagna: Bojan Krkic al Betis Siviglia, la Real Sociedad blinda Illaramendi

Bojan

Era arrivato in Italia con grande entusiasmo, annunciato da tutti come uno degli acquisti più importanti della nuova Roma americana, ma Bojan Krkic, 23 anni, non ha lasciato il segno, né nella sua avventura romana con Luis Enrique, né nel suo secondo anno italiano, a Milano, con il Milan di Allegri.

La contorta clausola che lo legava prima alla Roma, e poi al Milan, si è sciolta con il riscatto obbligatorio effettuato dal Barcellona qualche giorno fa, ma è evidente che il giovane canterano non troverà posto nel suo club d’origine. Chiuso dall’onnipotente Messi, David Villa, Sanchez, Pedro, e dall’ultimo arrivato Neymar, sembra che Bojan troverà spazio in un club della Liga di media classifica: il Betis Siviglia.

La notizia rimbalza sui media spagnoli da stamattina, il serbo-spagnolo avrebbe trovato l’accordo per l’ingaggio con la società andalusa, mentre l’accordo con il Barcellona non è ancora ufficiale, ma si raggiungerà a breve.

Sempre in Spagna, questa volta però a San Sebastiàn, si decide il futuro di un’altra promessa del calcio spagnolo: Asier Illaramendi, anche lui 23enne.

Il giovane centrocampista di Mutriku, che si è messo in vetrina nell’Europeo Under 21 vinto dalla Spagna in Israele, è un obiettivo di mercato dell’Arsenal, ma anche del Real Madrid. Ma la Real Sociedad, squadra che detiene il cartellino del ragazzo, e che ad Agosto dovrà affrontare degli storici preliminari di Champions League, non vuole lasciarlo andare facilmente.

Il presidente della Real Sociead ha fissato infatti una clausola rescissoria per Illaramendi: chi lo vuole deve pagare 30 milioni di euro. Carlo Ancellotti è avvisato, se vuole il talentino basco deve chiedere uno sforzo al patron del Real, Perez.