Milan, 1-1 l’amichevole in famiglia. Galliani: “Ljajic non arriva”

binohboaFinisce 1 a 1 l’amichevole in famiglia dei rossoneri. Galliani, nel frattempo, chiude definitivamente a Ljajic. 

È terminata con il punteggio di 1-1 l’amichevole in famiglia del Milan, disputatasi nel tardo pomeriggio a Milanello davanti a 3.000 spettatori.

Curioso che a decidere l’incontro siano state le reti di due dei calciatori meno desiderati in casa rossonera: Robinho e Boateng. Il brasiliano ha portato in vantaggio la squadra in casacca rossonera, sfruttando un assist di Petagna e trafiggendo Amelia anche grazie ad una deviazione di Mexes. Il ghanese ha pareggiato per i bianchi, battendo Gabriel (il portierino brasiliano è alla fine risultato uno dei migliori) su assist di Niang. Ecco come si sono schierate le squadre:

Milan BIANCO: Abbiati (Amelia), Zaccardo, Mexes, Constant, Pedone, De Jong, Strasser, Boateng, Emanuelson, Niang, Oduamadi.

Milan ROSSONERO: Gabriel, Antonini, Bonera, Zapata, Vilà, Poli, Saponara, Nocerino, Cristante, Robinho, Petagna.

Tra i migliori come detto Gabriel. Ottima prova anche per il baby Petagna e per Saponara, entrambi molto attivi e sempre nel vivo della manovra. Al termine dell’incontro queste le sensazioni del difensore colombiano Zapata:

“Per me la preparazione è importante, sono alto e devo entrare subito in condizione. Dobbiamo assolutamente centrare il primo obiettivo, ovvero passare il preliminare di Champions League… Io e Mexes quest’anno faremo sicuramente ancora meglio dello scorso anno. Per quanto riguarda il campionato la Juve è più forte, ma noi lotteremo ad armi pari: pensiamo di poter lottare per lo scudetto”.

Nel frattempo Adriano Galliani, intercettato da Sky direttamente nella splendida Taormina dove l’a.d. ha trascorso il weekend assieme a Pulvirenti e Lotito, chiude per l’ennesima volta all’acquisto di Ljajic:

La pista Ljajic è impraticabile visto che Robinho non parte, se non cediamo nessuno non arriva nessuno. Tra l’altro Binho l’ho visto bene, Allegri mi dice che si sta impegnando molto, è un grande campione, deve solo tornare a fare quello che ha fatto la prima stagione. La squadra è comunque competitiva, tra pochi giorni torneranno i nazionali e saremo al completo”.

Chiusura su Honda:

“Ci sono buone possibilità che arrivi a gennaio. Possibilità che vesta il rossonero a giugno? Nel calcio mai dire mai…“.