Tennis, Fognini vince a Stoccarda

2065862-lurlo_di_gioia_di_fabio_fogniniFabio Fognini ha vinto la MercedesCup (torneo classificato come ATP 250), sulla terra rossa di Stoccarda, conquistando così, a 26 anni, il suo primo successo nel tour. L’azzurro, testa di serie numero 5, in finale ha avuto la meglio sull’idolo di casa nonché numero 2 del seeding Philipp Kohlschreiber, battuto in rimonta dopo 2 ore e 7 minuti di battaglia con il risultato finale di 5-7 6-4 6-4. Per Fabio la vittoria del torneo in terra tedesca è arrivata dopo una serie di stupende prestazioni, che lo hanno portato a sconfiggere, tra gli altri, anche il numero 11 del mondo, nonché testa di serie numero 1, Tommy Haas nei quarti di finale. La partita, iniziata alle 16, è stata bella, divertente, combattuta e a tratti spettacolare per merito di entrambi i giocatori, tuttavia possiamo tranquillamente dire che tra i due il giocatore a meritare di più il successo per quanto visto in campo è stato proprio il nostro connazionale. Ma vediamo ora l’andamento della partita.

PRIMO SET – Inizio del primo parziale davvero combattuto, con i servizi che non fanno il loro dovere e, di conseguenza con molti break e contro-break, che però non hanno rotto l’equilibrio. Si arriva dunque sul 5-5 con servizio per Kohlschreiber, che soffre, annulla una palla break all’avversario e si porta sul 6-5. Ma nel 12° gioco Fognini non è brillante e il tedesco ne approfitta per prendere l’iniziativa e conquistare il break che decide il primo set. Il risultato finale, come detto, è 7-5.

SECONDO SET – A questo punto della gara l’obiettivo per l’azzurro numero 31 del mondo è quello di restare nel match e di reagire alla delusione derivata dalla sconfitta nel primo parziale: da questo punto di vista, però, non c’è nessun problema. Fabio è in palla, conquista il break già nel 1° gioco e non concede mai chance sul proprio servizio, portandosi agevolmente sul 5-3. Nel nono gioco, con Kohlschreiber al servizio, Fognini ottiene quattro set point (di cui tre consecutivi): il tedesco, però, li annulla tutti e allunga il secondo set. Sforzi comunque inutile, in quanto l’italiano, vincendo facilmente il gioco successivo, chiude 6-4 un secondo parziale giocato splendidamente, portando la sfida al terzo e decisivo set.

TERZO SET – Il copione del terzo parziale non sembra particolarmente diverso da quello del set precedente: già nel primo gioco, Fognini fa girare la testa al tedesco, il quale, innervosito, scaraventa a terra la racchetta. Nonostante la rabbia mostrata, Kohlschreiber riesce ad annullare due palle break e a vincere il game. Servirà a poco però, perchè nei game successivi il teutonico non riesce a contrastare lo spumeggiante gioco dell’azzurro, il quale, strappando il turno di battuta due volte consecutivamente all’avversario, si porta sul 4-1 e servizio. Sembra fatta, ma Philipp, spinto dal pubblico di casa, riesce a recuperare uno dei due break di svantaggio, arrivando sin sul risultato di 4-3. Dopo di ciò, però, il braccio di Fognini non trema più: l’italiano tiene i due successivi turni di servizio, chiude 6-4 e conquista il primo titolo ATP della carriera.

Il prossimo appuntamento col il tour mondiale sarà sempre sulla terra rossa tedesca, ma stavolta toccherà agli Open di Germania (ATP 500), che si terranno, come sempre, ad Amburgo.