Inter: Dragovic vede solo nerazzurro

Aleksandar-Dragovic-FC-Basel

 

 

Non è ancora del tutto chiuso il capitolo Dragovic per l’Inter. Il centrale austriaco ha rifiutato la Dinamo Kiev e soprattutto un ingaggio da 2,2 milioni di € che ne il Basilea ne l’Inter gli possono garantire. Da sottolineare il gesto del difensore che ha declinato l’offerta ucraina ponendo la carriera davanti ai soldi (tanti) della squadra che fu anche di Shevchenko. Ora per l’Inter, che ha un accordo col giocatore da tempo ma è costretta a temporeggiare per capire se partirà o meno un centrale, è ora di accelerare le operazioni in uscita. Oltre Silvestre, uno tra Chivu e Ranocchia dovrebbe lasciare la maglia nerazzurra. Per Chivu se n’era parlato, ma dopo alcuni colloqui sembra che abbia convinto a portare al termine il contratto in scadenza nel 2014, quindi l’indiziato numero uno è il centrale ex Bari. Per lui le offerte non mancano: Lo Zenit ha provato a portarlo in Russia ma Ranocchia ha rifiutato la destinazione, in Italia invece l’offerta del Napoli è stata rifiutata da Branca che per la sua cessione vuole almeno 14/15 milioni. Intanto Dragovic aspetta, convinto che l’Inter sia il meglio per il suo futuro, vicino a Ranocchia o al suo posto.