De Rossi: “Amo gli Stati Uniti. Contento della fiducia di Garcia”


de rossi

Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, ha parlato dal ritiro giallorosso americano.

Ecco quanto evidenziato da Maidirecalcio:
“Sto benissimo, gli Stati Uniti è un paese che amo. Ero qui una settimana fa, non è una novità stare qui. La città non la conoscevo, ma è un piacere fare calcio qui. Il calcio sta migliorando nettamente in USA, è un piacere per noi giocare questa partita. La Roma deve risorgere dalle ultime stagioni negative e si inizia da qui, dalla preparazione, per risorgere per una stagione importante. La mia fortuna è stata giocare la Confederations Cup, che mi ha tenuto vivo dal punto di vista dell’agonismo. Non è passato poi così tanto tempo dall’ultima partita. La squadra è sempre stata forte, anche se le cose non sono andate bene. Qualcosa ci manca, senno non avremmo fatto quieste stagioni poco positive, ma lo scopriremo. Credo manchi un pizzico d’entusiasmo, vincere qualche partita di seguito può essere lo slancio per fare una stagione importante. Strootman è un giocatore di livello internazionale, che tutti conoscevano. E’ importante che la Roma faccia queste investimenti. Sulle qualità tecniche non lo scopro io, gioca in Nazionale, è importante sia in fase difensiva che in fase offensiva. Sarà importante come tutti gli altri centrocampisti come Bradley e Pjanic, che già c’erano lo scorso anno. Sicuramente un grande innesto. Conosciamo bene i giocatori che sono stati più famosi in Europa. Alcuni non li conosciamo benissimo, ma si faranno scoprire già da domani sera e in questi anni. Abbiamo parlato con gli italiani che stanno vivendo questa esperienza, che per me è entusiasmante. il campionato è indietro rispetto all’Europa, ma dal punto di vista della vita, della civiltà e dell’organizzazione secondo me sono sempre dieci anni avanti all’Italia. Domani è un’amichevole, quella con il Livorno sarà sicuramente la prima vera partita dopo tanto tempo. Sono contento che il mister abbia fiducia in me, sono a disposizione come sempre, una cosa che è stata sempre sottovalutata. Sul ruolo, ho giocato da regista, da intermedio e anche in difesa. Questo dimostra la mia disponibilità al 100%”.