Higuain: “Scudetto? Perché non sognare”

higuain

Ecco le prime parole de “El Pipita” Higuain direttamente da Castel Volturno:

“E’ stata una decisione meditata, presa con il tempo. Ho sentito Pepe Reina, gli ex compagni del Real e anche con Benitez, poi dopo la riunione con il Presidente De Laurentiis ho deciso di venire a Napoli. Giocare nel Napoli è una cosa che mi dà gioia. L’idea è quello di vincere lo scudetto. L’anno scorso il Napoli ha fatto un grande campionato. Scudetto? Perché non sognare. L’Italia ha avuto sempre grandi attaccanti e Balotelli è un grandissimo giocatore. Tutti hanno fiducia in me. L’aspirazione di tutti è avere una squadra in crescita, con un grande progetto e spero che vada tutto bene. Tutti parlano di Maradona a Napoli: tutti lo amano. I tifosi sono molto calorosi, come hanno dimostrato l’altra sera al San Paolo. Per ora ho solo parole di ringraziamento per tutti, poi parlerà il campo. L’idea è ottenere più vittorie possibili: qui ci sono grandissimi giocatori e un grande tecnico. L’amichevole a Roma contro l’Italia è motivo di orgoglio, spero di conoscere il nuovo Papa. Per tutti gli argentini è bello avere un Papa come Bergoglio. Vincendo e facendo goal voglio dimostrare di fare bene nel Napoli. Vogliamo lottare per vincere tutto. Sono venuto qui per dimostrare della fiducia che hanno in me. Ho incontrato un gruppo fantastico, anche se sono da pochi giorni a Napoli. Ci sono i miei ex compagni del Real, Fernandez che è argentino come me: un grande gruppo. Ho avuto l’onore di giocare con grandi calciatori come Messi e Cristiano Ronaldo. Qui ci sono grandi giocatori ed un gruppo compatto. Il campionato è leggermente diverso, ma lotteremo per arrivare in fondo. Penso che quest’anno anche noi siamo un gruppo forte, sappiamo che la Juventus è forte e sta ai vertici. Non so se riuscirò a fare più o meno gol di Cavani, ma farò il mio possibile per ottenere dei titoli. Ho trovato un gruppo fantastico qui, sono a Napoli da pochi giorni, ma ho trovato ragazzi fantastici ed altri spagnoli, colombiani, argentini e questo mi aiuta. Ho scelto Napoli insieme alla mia famiglia perché mi piace questa sfida e la trovo stimolante. Il Presidente e Benitez hanno impiegato pochissimo tempo a convincermi. Ho parlato con i miei amici argentini che sono stati a Napoli e mi hanno detto cose bellissime su città e tifosi. Il San Paolo è uno stadio mitico, sono contento e orgoglioso di far parte di questa squadra”