Giacomazzi via da Lecce, “Colpa di Moriero”

giacomazzi infophoto

Guillermo Giacomazzi ha rescisso da pochissimo il contratto che lo legava al Lecce. Il centrocampista uruguaiano ha lasciato il club salentino in aperto contrasto con il nuovo allenatore Francesco Moriero, al quale la società presieduta da Savino Tesoro ha preferito accordare la propria fiducia, appoggiandone la decisione di fare a meno del totem giallorosso.

I PERCHE’ DELL’ADDIO – Giacomazzi ha dichiarato: “Non vado via per la fascia di capitano che passa a Miccoli, un leccese che da tanto tempo desiderava tornare a giocare per la squadra della sua città, me ne vado per colpa dell’allenatore Moriero, che avrebbe dovuto essere più sincero nell’annunciarmi la cosa”. D’altro canto il nuovo mister desidera tenere il controllo dello spogliatoio e quella di Giacomazzi era ritenuta una presenza troppo influente, se non addirittura ingombrante, ecco spiegato il motivo reale del divorzio.

FINE DI UNA STORIA – Per Giacomazzi termina quindi la lunga parentesi che lo ha tenuto legato al Lecce per ben 12 anni, da quando nel lontano 2001 la società pugliese lo prelevò dalla compagine pluricampione di Uruguay del Penarol. Nel mezzo, tra 2007 e 2008, Giacomazzi ha vissuto due parentesi poco fortunate al Palermo ed all’Empoli, prima di ritornare nel Salento e vivere da protagonista le ultime stagioni, accettando anche la discesa in Lega Pro. A 36 anni il giocatore sembra però intenzionato a non smettere ancora con il calcio giocato.