Leonardo lascia il PSG “Impossibile continuare”

Leonardo-lascia-PsgHa detto basta Leonardo. L’ex allenatore di Milan ed Inter ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico di direttore sportivo del Paris Saint-Germain, che si vede così “decapitato” degli uomini chiave in grado di condurre il club alla vittoria della Ligue 1 nello scorso campionato dal lontano 1994.

I MOTIVI – Leonardo ha dichiarato: “Dal prossimo 3 settembre, quando finirà il calciomercato, non vestirò più i panni di ds del PSG. Sono consapevole di essere stato il principale responsabile del progetto del club, mi sentivo molto coinvolto sia con i giocatori che con lo staff tecnico e ho sempre avvertito la fiducia e la stima dell’ambiente nei miei confronti, ma ho deciso di dimettermi perché tutto è diventato troppo complicato con la sospensione ingiusta che mi è stata inflitta. Era impossibile continuare a fare il mio lavoro a Parigi perché questa squalifica sin da subito non mi ha permesso di operare al 100% come avrei voluto”.

L’EPISODIO – Leonardo si riferisce a quanto accaduto a fine maggio scorso, quando la Commissione Disciplinare della LFP gli ha comminato uno stop di ben 9 mesi a causa di una spallata data all’arbitro Castro al termine della partita Paris Saint-Germain-Valenciennes avvenuta il 5 maggio precedente. Il successivo ricorso presentato dal PSG, che sosteneva l’involontarietà del gesto, è stato respinto e la squalifica è stata allungata fino a tutto il giugno del 2014, per un totale di 14 mesi.