Bundesliga al via: guida al campionato tedesco

BundesligaLa 51esima Bundesliga avrà inizio questa sera con il primo anticipo, che vede di fronte i campioni di Germania e d’Europa del Bayern Monaco, contro il Borussia M’gladbach. La squadra di Guardiola è sicuramente la favorita per la vittoria finale, ma le ombre stanno già avvolgendo lo spogliatoio dei campioni d’Europa. Il valore tecnico della squadra è indiscutibilmente altissimo, e potenzialmente potrebbe vincere ancora una volta la Bundesliga con 6 turni di anticipo, ma il cambio tecnico avvenuto a fine anno sta facendo chiacchierare tanto giornalisti, e non.

I giocatori del Bayern campione di tutto cominciano a chiedersi perché una squadra che ha vinto così tanto e in maniera così convincente debba cambiare gioco così radicalmente: Mandzukic, prima punta, è stato relegato nelle prime amichevoli estive prima alla panchina e poi ad un improbabile posto da esterno; Ribery, al contrario, da esterno probabilmente si trasformerà in falso nueve, addirittura il Capitano Lahm dopo anni ed anni di carriera da terzino destro adesso fa l’esterno di centrocampo. Pep Guardiola vuole portare il suo calcio “spagnolo” nella “capitale” del calcio tedesco, e per ora la strada è ardua, tanto che dopo le critiche ricevute per la sconfitta in Supercoppa Tedesca il tecnico catalano ha dichiarato: “Qui tutti pretendono che io vinca ogni partita 7-0, è una pressione impossibile”. Insomma, si parte bene. Ma sicuramente se ci sarà più comprensione dallo spogliatoio, e più elasticità dal tecnico, il Bayern si confermerà una squadra scaccia sassi, incredibilmente dotata di grandi talenti e di grandi “operai”, e pronta a sbancar tutto per l’ennesima volta.

Dietro il Bayern si piazza il Borussia Dortmund, splendida cenerentola dell’ultima Champions League, modello calcistico da prendere esempio in tutta Europa, per la capacità di far crescere giovani, di giocare un grande calcio e di divertire il pubblico. Ad inizio estate è andato via Mario Gotze, grande talento tedesco, ed è andato proprio ai rivali del Bayern Monaco, ma Klopp c’ha messo poco a sostituirlo: sono arrivati dal Sant-Etienne il velocissimo Pierre-Emerick Aubameyang, e dalla fredda ucraina l’armeno Henrikh Mkhitaryan, due grandi rimpiazzi, e difficilmente si sentirà l’assenza di Gotze, visto anche il fatto che il bomber Lewandowski ha deciso di restare almeno per quest’anno, e gli altri gioielli, Reus, Gundogan, Hummels, sono sempre più affascinati dal progetto e non si muovono. La vittoria della Supercoppa ha dato ancora più morale ad una squadra giovane ed entusiasta, che potrà far esperienza della grande, ma non vittoriosa, stagione appena chiusa, e chissà, potrebbe approfittare delle difficoltà nel ripetersi del Bayern, per prendere qualche punto di vantaggio, soprattutto ad inizio campionato.

Alle spalle delle due ultime finaliste della Champions League troviamo il buon Bayer Leverkusen, una squadra che ogni anno non fa grandissimi proclami, ma che da 10 anni è l’unica che si ritrova sempre fra le prime in classifica ed ha perso solo due volte un posto in Europa in questo periodo di tempo, potendo soprattutto contare su un grande attaccante come Stefan Kießling, su Lars Bender a centrocampo, ed ha sostituito il grande partente, André Schürrle, con una grande promessa del calcio tedesco: il coreano Heung-Min Son.

Subito dietro il Bayer troviamo lo Schalke 04, rivale storico del Borussia Dortmund, squadra storicamente ostica soprattutto in casa, con una grande qualità offensiva, con Huntelaar, fantasma al Milan, goleador in Bundesliga, alle sue spalle Julian Draxler, un altro grandissimo giovane tedesco, ma soprattutto una solidità difensiva garantita da 2 centrali di livello internazionale come Höwedes e Papadopoulos. Attenzione però al calciomercato, in questo mese qualcuno di questi talenti potrebbe andar via, e allora forse la squadra di Gelsenkirchen potrebbe ridimensionarsi.

Le storiche decadute come il Wolfsburg, lo Stoccarda e il Werder Brema non hanno fatto un gran mercato, il Wolfsburg se riuscirà a mantenere i pezzi più grossi della rosa, come Diego, Rodriguez, Dost e Perisic sicuramente non farà male come l’anno scorso, il Werder Brema e lo Stoccarda sono un gradino sotto ma si confermeranno probabilmente squadre insidiose, soprattutto i biancorossi, visto l’acquisto dell’ottimo Abdellaoue dall’Hannover 96.

Una menzione bisogna sicuramente farla per l’Amburgo, la squadra della seconda città più grande di Germania potrebbe ottenere il salto di qualità, visto e considerato che difficilmente Eintracht Francoforte e Friburgo potranno ripetere la miracolosa annata conclusasi due mesi fa, mentre il Borussia Mönchengladbach sta tenendo forte e se riesce a mantenere i sui gioielli principali in questo mese di mercato, allora potrà puntare almeno all’Europa League: De Jong e Ter Stegen sono molto ricercati in Germania e all’estero.

In coda oltre alle solite neo-promosse come l’Eintracht Braunschweig e l’Herta Berlino, dovranno lottare l’Augusta, il Magonza, probabilmente il Norimberga, mentre il piccolo Hoffenheim potrebbe anche ottenere una salvezza più tranquilla rispetto l’ultimo anno.

La carne al fuoco, insomma, è tanta. Quello che in molti definiscono adesso come il “campionato più bello del mondo” riparte questa sera, sarà visibile in Italia solo per gli abbonati SKY, ma potrete seguirlo tranquillamente dal vostro PC, con i commenti, gli approfondimenti, le pagelle e le news di MaiDireCalcio. Appassionati di Bundesliga, preparatevi!