Subito un passo falso per il PSG, 1-1 a Montpellier

Les-notes-de-Montpellier-PSG_w647

Comincia con un punticino conquistato a Montpellier il cammino del Paris Saint Germain nella stagione 2013/14 di Ligue 1. Il risultato finale di 1-1 dello Stade de la Mosson rispecchia perfettamente l’andamento di una gara dai due volti per i parigini di Laurent Blanc, autori di un primo tempo anonimo, seguito poi da una seconda frazione orgogliosa. Ottima prova totale invece per il club del sud della Francia, che ha mostrato carattere, talento dei giovani singoli e ottima condizione atletica. Analizziamo l’andamento della gara.

PRIMO TEMPO – Prima frazione letteralmente dominata dall’esplosività di Remy Cabella, talento classe ’90 del Montpellier, che ha spaziato sul tutto il fronte offensivo senza dimenticare di aiutare la difesa. Il gol segnato dopo soli 10 minuti di gioco (tocco di rapina dopo un tiro da fuori deviato) è stato il giusto premio per una prestazione a tutto tondo. PSG invece davvero spento nei primi 45’ di gioco, con il solo Zlatan Ibrahimovic ad accendere la luce a tratti: pericolosa una sua conclusione da fuori nel finale di tempo. Al riposo si va dunque sul giusto risultato di 1-0 per i padroni di casa.

SECONDO TEMPO – In apertura di ripresa l’andamento della gara non sembra cambiare più di tanto, col Paris Saint Germain sempre molto lento nel manovrare e che dimostra ancora una volta di avere 11 singoli e non un gioco di squadra. Gioco di squadra che invece non manca al Montpellier, che in ripartenza si dimostra essere sempre pericoloso. Al 60’ minuto, però, un lungo pallone lanciato nell’area arancio-blu viene ben spizzato da Ibrahimovic in direzione di Maxwell, che appoggia in rete il gol dell’1-1. Ma il difetto principale dei padroni di casa è soprattutto l’eccessiva fallosità, che costa al 72’ la doccia anticipata al centrale difensivo marocchino El Kaoutari, regalando così ai parigini nuova linfa offensiva, rimpolpata anche dall’esordio in Ligue 1 del neo acquisto Edinson Cavani, il quale sfiora il gol dopo neanche 3 minuti dall’ingresso in campo con un colpo di testa a botta sicura respinto però da un difensore. Gli assalti finali del PSG sbattono contro l’attenta difesa del Montpellier, che riesce dunque a portare a casa un punto importante e capace di far morale.

Prossimo impegno per i campioni di Francia in carica domenica sera al Parco dei Principi contro l’Ajaccio, mentre i campioni del 2012 domenica prossima battezzeranno il ritorno dell’ambizioso Monaco di Claudio Ranieri al Luis II di Montecarlo.