“Una birra con…”- Intervista esclusiva a Pietro Nicolodi

Pietro-Nicolodi

Per la nostra rubrica “Una birra con…”,  oggi abbiamo il piacere di intervistare il giornalista di Sky nonchè grande esperto di calcio tedesco Pietro Nicolodi. Ovviamente parleremo di Bundesliga, ma anche di tante altre curiosità riguardanti il calcio e la Germania. Godetevi la vostra birra e volate nel teutonico Paese con Mai Dire Calcio ed il disponibilissimo Pietro Nicolodi!

 

1)L’inno tedesco recita “Deutschland uber alles”…è davvero così nell’attuale calcio mondiale, considerando la solidità delle squadre ed il loro lavoro con i giovani?

In realtà quella frase è scomparsa dall’inno da un po’ di tempo (diciamo che qualcuno ne ha fatto un utilizzo che il poeta Friedrich Schiller non aveva previsto). In ogni caso il modello tedesco è solido, intelligente e ha un grande futuro davanti. Se poi sia il numero uno del mondo non lo so. A me piace da morire e forse non sono quello più indicato a fare classifiche.

2) Bayern Monaco e Borussia Dortmund hanno violentemente abbattuto la dinastia delle spagnole lo scorso anno. Sarà così anche per quanto riguarda la nazionale?

Bella domanda, risposta quasi impossibile. L’unica cosa certa e che saranno protagonisti come al solito. Löw dovrà essere bravo nelle scelte (non facile con tutta quella gente). Poi dipenderà da mille cose, tipo come andrà la stagione, quanti infortunati ci saranno. E’ chiaro che le aspettative sono molto alte e che i successi ottenuti con il club potrebbero aver sbloccato dal punto di vista psicologico una generazione fortissima ma un po’ inconcludente.

3)In Bundes, nonostante il sostanziale equilibrio nelle sfide dirette, il Bayern ha distaccato nettamente in classifica il Borussia. Quest’anno i giallo-neri riusciranno a colmare il gap o rimane ancora una distanza così ampia?

Sono convinto che il Borussia Dortmund abbia le chance di ridurre il gap. La stagione scorsa è stata particolare per il BVB. C’era voglia di Europa, voglia di dimostrare tutto il valore anche in Champions dopo il fallimento dell’annata precedente. La missione è stata compiuta. Adesso Klopp i suoi possono tornare a concentrarsi anche sulla Bundesliga. Certo il Bayern rimane fortissimo, ha praticamente due squadre in grado di fare bene. Quella è stata la chiave della cavalcata che ha portato al triplo successo.

4) Come vede il Leverkusen come terza forza del campionato tedesco? Quanto sono indietro le “aspirine” rispetto alle altre due?

Gli amici del Vizekusen (marchio registrato per riuscire a guadagnare anche sulle debolezze, geniali) sono sempre gli stessi. La loro filosofia è quella di essere la vetrina per giovani calciatori e poi venderli. Tutto sommato la cosa riesce benissimo da una vita. Quest’anno è partito Schürrle per Londra ed è arrivato Son (mi piace da matti). Saranno competitivi, giocheranno il solito buon calcio e non vinceranno nulla. Tutto nella norma.

5)Qualche curiosità sulle due neo-promosse Eintracht Braunschweig ed Hertha Berlino? Cosa possiamo aspettarci su queste due squadre?

Due squadre storiche. L’Eintracht nei miei ricordi da bambino è una maglia giallo blu con la scritta Jägermeister sul petto e i capelli svolazzanti del mitico Paul Breitner. L’Hertha è la vecchia signora del calcio tedesco, un po’ stufa di fare l’ascensore. Per Braunschweig prevedo una stagione stile Greuther, per l’Hertha spero una salvezza tranquilla.

6) Quali sono, invece, le favorite per la zweite-liga? Riuscirà l’amatissimo Sankt Pauli a competere per un ritorno in prima serie?

Per la promozione vado con Fortuna, Colonia, Kaiserslautern e spero in un inserimento dei Leoni di Monaco. L’obiettivo stagionale del Sankt Pauli è non soffrire come lo scorso anno.

7) Per concludere un piccolo gioco. In un ipotetico fantacalcio tedesco puoi puntare su tre calciatori che potrebbero esplodere nella prossima stagione, quali sono le tue scelte?

Considerando Draxler un veterano (fa ridere ma è così) la prima scelta Leo Goretzka. Lo Schalke è l’ambiente giusto per esplodere. Poi sono curioso di vedere cosa farà Emre Can al Leverkusen (potrebbe ripetere il rendimento Kroos). Come terzo prenderei Max Kruse appena arrivato al Gladbach. L’anno scorso è stato strepitoso a Friburgo.

Ringraziamo Pietro Nicolodi per la piacevole chiacchierata e lo salutiamo con un affettuoso Aufwiedersehn!