Usain Bolt più forte di Dio, e lui si scusa

usain bolt

“God, I’m sorry”

Questo il tweet inviato ieri da Usain Bolt a pochi giorni dalla finale dei 100 metri vinta a Mosca. Le scuse non arrivano per la sua “imbarazzante” velocità o per un infortunio bensì per un episodio accaduto in Giamaica.

Nell’isola caraibica si è pensato bene di modificare l’orario delle messe per permettere a tutti gli abitanti (compresi i fedeli ovviamente) di assistere in diretta televisiva alla gara dell’idolo del Paese. La notizia ha colpito così tanto il fuoriclasse dello sprint, che si è sentito in debito e ha subito fatto “mea culpa” sul social network.

Non c’è ostacolo per Usain, nemmeno la Chiesa…