Valencia, quanti debiti!

camiseta-valencia-2014Drammatica situazione economica in casa valenciana: il debito, come confermato dal presidente Amadeo Salvo, ammonta a 275,50 milioni di Euro.

La situazione debitoria del Valencia è drammatica. Almeno, questo si evince dalle dichiarazioni del presidente, Amadeo Salvo, che non nasconde le enormi difficoltà in cui versa il club della Comunità Valenzana:

“Ad oggi il debito ammonta a 275,70 milioni di euro anche se negli ultimi cinque anni abbiamo pagato 75 milioni solo di interessi alle banche. E rispetto al 2008, abbiamo diminuito il debito di 66 milioni. Non abbiamo sfruttato commercialmente il marchio Valencia, non giocheremo la Champions e gli abbonamenti frutteranno 4 o 5 milioni mentre a livello di ricavi dal marchio dovremmo almeno raddoppiare i 14 milioni di introiti attuali. La verità è che oggi nessuno comprerebbe il Valencia, nella tournee negli Usa eravamo quelli con meno tifosi…”. A questo punto la cessione di Soldado al Tottenham potrebbe non essere l’unica: “Se cediamo anche Piatti e Cissokho, i conti tornerebbero…”.

La società continua, dunque, ad essere oberata dai debiti. Neanche un anno fa la costruzione dello stadio Nueva Mestalla, cominciata oramai da quattro anni, è stata sospesa a data da destinarsi, proprio per le difficoltà economiche in cui versa il club. Situazione che vige ormai dal 2008, quando, in seguito allo scoppio della crisi, la società è stata salvata solo grazie all’intervento del governo regionale, capace di garantire un prestito a bassissimo tasso d’interesse per 75 milioni.

Da allora, come detto, i lavori per il nuovo stadio sono stati ovviamente sospesi ed è cominciata la cessione di tutti i gioielli: in pochi anni sono stati venduti David Villa, David Silva, Juan Mata e, appunto, Soldado. E, con ogni probabilità, non è finita qui.