United, che partenza! 4-1 allo Swansea

Wigan-v-Manchester-United-Robin-van-Persie_2880597

Il Manchester United campione d’Inghilterra in carica nonché fresco vincitore del Community Shield, ha ricominciato il suo cammino in Premier League dal Galles, più precisamente dal Liberty Stadium di Swansea, contro i pericolosi bianconeri di casa, che però non hanno fatto partire titolare il loro miglior colpo di mercato, l’attaccante ivoriano Wilfried Bony. Anche dall’altra parte c’è stata un’esclusione eccellente, seppur arrivata per motivi completamente differenti: Wayne Rooney, infatti, partiva dalla panchina. Ma proprio non è sembrato che i Red Devils del nuovo allenatore David Moyes abbiano risentito dell’assenza del loro numero 10: vittoria netta e da grande squadra quella maturata in Galles con il pesante risultato di 1-4. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo.

INIZIO SCOPPIETTANTE –  Avvio di gara molto maschio, con i giocatori di entrambe le squadre subito protagonisti di durissimi interventi in scivolata. Dopo 8 minuti sono stati però i Red Devils a sfiorare il gol del vantaggio con Phil Jones, che, sugli sviluppi di un calcio piazzato, si è coordinato bene con il destro e ha costretto Vorm a smanacciare in calcio d’angolo. Lo Swansea cercava di costruire gioco maggiormente, ma è stato il Manchester che ha continuato a sfiorare il gol, con Giggs che al 15’ in contropiede ha scelto di tentare un difficile assist piuttosto che provare a calciare, sciupando così una buona possibilità. Poco dopo ancora grossa occasione per gli ospiti, con Welbeck che ha ignorato ancora l’esterno gallese e ha calciato di sinistro, trovando la respinta di Vorm: sulla ribattuta lo stesso Giggs non ha trovato lo specchio della porta. I padroni di casa non sono di certo stati però a guardare e sul capovolgimento di fronte sono arrivati a calciare a rete con Routledge, che ha provato a pescare l’angolino alla sinistra di De Gea, trovando però pronto il portiere spagnolo. Al 22’ ancora Swansea, con Michu che ha combattuto in area e ha girato a rete sul primo palo, senza però sorprendere un attento De Gea.

1-2 UNITED – La partita, dopo una decina di minuti di fiacca, si è svegliata al 34’, quando un attivissimo Ryan Giggs ha lanciato in area il solito Van Persie, il quale ha controllato splendidamente e ha imbucato in rete con una splendida volee di destro: 0-1. Neanche il tempo di ricominciare ed ecco che Evra dalla destra ha fatto partire un cross che ha pescato tutto solo Valencia sul secondo palo. L’ecuadoriano a quel punto ha appoggiato in mezzo per Welbeck, che da pochi passi ha siglato il gol forse più facile della sua carriera: in novanta secondi ecco dunque l’uno-due che ha messo in discesa la partita. Nulla più nel primo tempo, che si è chiuso dunque sul risultato di 0-2.

ENTRANO LE STELLE – Wilfried Bony, l’ivoriano proveniente dal Vitesse, è stato mandato in campo appena iniziato il secondo tempo e ha decisamente cambiato il volto dell’attacco gallese: già dopo 7 minuti è stato autore di un’ottima sponda per Michu, il quale è stato anticipato da De Gea, che ha messo in corner rimediando anche un pestone. Il predominio territoriale dei gallesi è però sterile, e infatti al 59’ è il Manchester a sfiorare il terzo gol, ancora con Van Persie, che però ha preferito concludere di sinistro da posizione difficile, mandando così a lato. Al 62’ è il momento dell’ingresso in campo anche di Rooney, subentrato all’ottimo Giggs e accolto in campo da qualche fischio proveniente dai suoi tifosi, altro segnale della difficile situazione interna allo United. Ma ormai i Red Devils giocavano tranquilli, e su azione di calcio d’angolo Evra staccava bene di testa, battendo il portiere, ma trovando però Canas a fare buona guardia sulla linea.

ANCORA RVP E LA PRIMA DI BONY– Semplicemente stupendo ancora Robin van Persie, che al 73’ ha ricevuto palla sulla trequarti, ha puntato tutta la retroguardia dello Swansea, è rientrato sul sinistro e ha scaricato in rete un gran tiro dal limite. E’ il gol dello 0-3, che ha chiuso definitivamente la partita. A nulla è servito dunque la prima rete in Premier League di Bony, che ha ben girato in rete col destro al termine di un bello scambio nello stretto. A tempo ormai scaduto, anche Welbeck ha chiuso alla grande la sua partita, scavalcando con un meraviglioso pallonetto Vorm e trovando la rete del definitivo 1-4.

Grande dimostrazione di forza, dunque, quella del Manchester United, che incamera dunque i primi tre punti della stagione e spaventa il Chelsea, che nel prossimo Monday Night sarà di scena all’Old Trafford. Per lo Swansea prossimo impegno a White Hart Lane, la casa del Tottenham.