Osvaldo saluta Roma: “Via per colpa dei tifosi”

osvaldo

Il neo-centravanti del Southampton ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da ex calciatore della Roma. I motivi del suo addio, la polemica con i tifosi giallorossi e i suoi obiettivi: ecco quanto evidenziato da Maidirecalcio.

“NON CE LA FACEVO PIU’ ” –  Sono andato via perché non sopportavo più l’ambiente in cui stavo vivendo: a Roma una parte dei tifosi mi ha trattato malissimo e non capisco perché sia andata così. Ho dato tutto alla maglia della Roma, e sono stato ricambiato male da una parte della tifoseria che si fa condizionare dalle radio e da alcuni giornali. Mi avevano preso di mira: ogni cosa era colpa mia. Ma i problemi che ho avuto con la Roma non coinvolgono l’Italia e la Nazionale, anzi spero di ritrovare la serenità che avevo perduto negli ultimi tempi e di giocarmi al meglio le mie chanche”.

3 MOTIVI –  “Ho voluto il Southampton per tre ragioni. Primo: è il club che mi ha cercato di più. Secondo: sono contento di ritrovare Pochettino che è un grande tecnico e un fantastico motivatore e col quale spero di tornare ai livelli dei tempi dell’Espanyol. Terzo: mi piace l’idea di giocare nella Premier. E’ sempre stato un sogno per me misurarmi in questo campionato. Per uno che viene da Spagna e Italia, è fantastico il rispetto che c’è in questo Paese nei confronti dei giocatori: in Italia i giocatori vengono spesso maltrattati, non c’è rispetto“.

OBIETTIVI – “Non mi piace molto parlare prima, voglio che sia il campo il giudice. Dimostrerò quanto valgo, non vedo l’ora di cominciare, è da 3 mesi che cerco casa in Inghilterra…”