Blatter viola “In Italia tifo Fiorentina”

blatterdellavalle

A poche ore da quella che potrebbe essere un’importante spartiacque dell’annata viola arriva anche la benedizione di un altro personaggio illustre, Joseph Blatter, intervistato quest’oggi dal canale ufficiale Violachannel è stato prodigo di complimenti per la squadra e la dirigenza gigliata. Durante l’incontro, avvenuto a Zurigo, in occasione della visita della delegazione viola al seguito della squadra impegnata nel Preliminare di Europa League, è stata donata anche una maglia della Fiorentina personalizzata al presidente della FIFA che ha poi dichiarato di seguire la squadra toscana da tempi remoti, in particolare dalla fine anni 50, quando la Fiorentina conquistò la sua, unica, finale di Coppa Campioni persa contro il Real Madrid delle meraviglie di Gento e Di Stefano.

INTERVISTA “Ho una relazione molto speciale con questa Fiorentina, la prima volta che l’ho vista era nella finale di Coppa dei Campioni persa col Real Madrid nel 1957, e anche nel mio paese ho lavorato viaggiando a Firenze, ed ho avuto modo di vedere la Fiorentina in campo vincere la Coppa delle Coppe. E poi c’è tutta la parte della cultura legata alla città di Firenze. Tutt’ora seguo i risultati dei viola, in Italia simpatizzo per loro. Sono contento di passare un po’ di tempo con Andrea Della Valle, non parliamo solo di calcio, ma anche di scarpe. Montezemolo poi mi ha detto che le uniche grandi scarpe italiane sono quelle dei Della Valle. Le barriere abbattute al Franchi? E’ la soluzione, i tifosi non devono sentirsi in prigione. Con la FIFA vogliamo fare una cosa del genere anche a Zurigo”.

Lo stesso Andrea Della Valle si è detto entusiasta dell’incontro con il numero uno della FIFA “E’ molto gratificante essere qui, Blatter è molto simpatico e mi ha sorpreso sapere che conosce molto la storia della nostra società. I complimenti alla Fiorentina? Ripagano di tanti anni di duro lavoro, è bello essere un esempio per il presidente della FIFA. Stasera c’è una partita molto difficile, contro il peggior avversario che potesse capitarci. Passare il turno è fondamentale, meritiamo di affrontare l’Europa League vista la squadra che abbiamo costruito”. Adesso non resta altro che aspettare le 21 di stasera, alla Fiorentina viene chiesto di dimostrare il suo valore e di non tradire, a questo punto, le tante aspettative che i tifosi nutrono nei suoi confronti.