Le pagelle di Grasshopper-Fiorentina

Cuadrado

Grasshopper-Fiorentina, pagelle.

Fiorentina:

Neto s.v. – Praticamente mai impegnato durante la partita, sul gol si fa beffare sul primo palo, ma quando un giocatore può staccare solo a 3 metri dalla porta la colpa non è mai del portiere. Lo aspettiamo in partite più probanti.

Roncaglia 6 – Classica partita alla quale Facundo ha abituato sin dai tempi del Boca Juniors: grande copertura, poca spinta. Condivide con Cuadrado le colpe sul gol subito.

Rodriguez 7,5 – Fantastica prestazione del centrale argentino, insuperabile in difesa e ottimo anche in fase d’impostazione. Suo, infatti, con uno splendido lancio, l’assist per il primo gol

Savic 6,5 – Prestazione attenta e precisa quella del difensore ex-Manchester City. Dopo una prima stagione altalenante, quest’anno la Viola avrà bisogno delle sue qualità

Ambrosini 6 – Massimo cambia squadra, ma non la pelle: partita grintosa dell’ex-milanista, che ha messo ordine in fase di non possesso. Peccato per l’ammonizione a tempo scaduto.

Aquilani 6,5 – Fa bene la spalla a Borja Valero, ma deve ancora crescere di condizione. Partita senza pecche, ma con un solo guizzo: la volee neutralizzata dal portiere avversario che sarebbe potuta valere lo 0-2 già nel primo tempo.

Borja Valero 8 – Straordinaria la gara dello spagnolo, che ha portato la sua qualità in ogni azione offensiva, ma senza disdegnare la copertura, arrivata in ogni zona del campo. Chiude con la standing ovation di 3500 tifosi viola giunti a Zurigo (dall’82’ Fernandez s.v.)

Cuadrado 8,5 – Gara spettacolare quella dell’esterno colombiano, che con le sue sgroppate sulla fascia fa impazzire tutto il Grasshopper. La rete segnata rappresenta tutto: tecnica, velocità e potenza. Si dimentica di coprire sul gol degli svizzeri, ma dopo una prestazione così va perdonato.

Pasqual 7 – Partita d’impatto quella giocata dal capitano viola, autore di numerosi traversoni già dai primi minuti di gioco. Per il resto nessun problema in copertura, seppur l’avversario di certo non era il Real Madrid. (dal 75′ Alonso 6,5 – Copre bene e sfiora anche il gol con un colpo di testa)

Rossi 7,5 – Lampi del vecchio Pepito, che con le sue accelerazioni ha sempre creato problemi alla retroguardia avversaria. Non ha i 90′ nelle gambe, ma dopo quasi 2 anni di inattività ci mancherebbe altro. (dal 68′ Ljajic 6,5 – Probabilmente andrà via, ma non ha la testa altrove. Fa bene ciò che gli era richiesto negli ultimi venti minuti di partita)

Gomez 7 – Partecipa bene al gioco e si intende già perfettamente con Rossi. Troverebbe anche il gol, ma il difensore avversario Grichting lo anticipa e gli rovina la festa. Ad ogni modo, ottima prima.

All. Montella 7 – La sua Fiorentina fa sembrare semplice una gara non banale. Non sbaglia nulla.

 

Grasshopper:

Burki 6, Lang 5,5, Vilotic 5, Grichting 5, Pavlovic 4,5, Salatic 5,5, Gashi 5 (dal 57′ Ben Khalifa 5,5), Nzuzi 6, Abrashi 5,5 (dal 77′ Caio s.v.), Hajrovic 6 (dall’82’ Feltscher s.v.), Anatole 6,5. All. Skibbe 5,5