Il PSG vince nel recupero, 2-0 al Guingamp

Rabiot

Dopo aver trovato la prima vittoria in campionato la settimana scorsa sul campo del Nantes, il Paris Saint Germain di Laurent Blanc torna, per la quarta giornata della Ligue 1, a giocare al Parco dei Principi contro il neopromosso En Avant de Guingamp, reduce anch’egli dal primo successo stagionale, in casa contro il Lorient. Squadra tutta votata all’attacco per i campioni di Francia in carica, che schierano contemporaneamente Pastore, Lavezzi, Cavani e Ibrahimovic, con l’argentino ex-palermitano sulla linea dei 3 centrocampisti insieme a Thiago Motta e Matuidi. Gli ospiti, al contrario, giocano molto più coperti, con un finto 4-3-3 (che in realtà assomiglia più ad un 4-5-1) che ha come punta la stella centrale della squadra, il maliano Mustapha Yatabarè.

Bastano 90 secondi ai parigini per sfiorare la rete con Ibrahimovic, il quale con una punizione dai 25 metri pesca il palo, sulla cui respinta Lavezzi non riesce a trovare la rete da pochi passi. Dopo il rischio corso, il Guingamp si riorganizza e non subisce più azioni pericolosi per oltre mezz’ora, quando poi una fiammata del PSG fa sforare ai padroni di casa il vantaggio per 3 volte in poco più di un minuto: prima Cavani da calcio d’angolo stacca sul primo palo e impegna il portiere avversario Samassa; poi, sempre da corner, è Thiago Silva a colpire di testa, impattando però la traversa a portiere battuto. Sul proseguimento dell’azione, inoltre, ancora Cavani si ritrova solo davanti a Samassa, ma pasticcia e, dopo un doppio intervento del portiere prima sullo stesso uruguagio ex-Napoli e poi su Pastore, gli ospiti si salvano e riescono a chiudere la prima frazione di gioco sul risultato di 0-0.

Nel secondo tempo, ovviamente, è sempre il PSG a fare la partita, creando pericoli però quasi soltanto su palla inattiva: al 54’ sempre da calcio d’angolo svetta il solito Cavani, il cui colpo di testa incoccia contro il muro eretto dagli ospiti sulla linea di porta. La partita continua a non sbloccarsi, e allora al 64’ Blanc decide di inserire Rabiot e Lucas al posto di Pastore e Lavezzi: già dopo pochi giri di orologio i parigini sfiorano due volte la rete in un minuto con Cavani ed Ibrahimovic, le cui conclusioni finiscono però entrambe di poco a lato. A sorpresa però, al 76’, la grande occasione si presenta per il Guingamp, con Yatabarè che viene lanciato solissimo davanti a Sirigu, ma il portiere sardo riesce ad ipnotizzarlo scacciando la paura del Parco dei Principi. Gli assalti finali del PSG non sono molto convinti e la partita sembra indirizzata verso il pareggio senza reti, ma, al 91’, ancora sugli sviluppi di un calcio piazzato, Alex svetta e impegna ancora Samassa: sulla respinta dell’estremo difensore ospite Rabiot di ginocchio mette in rete da due passi il gol che porta in vantaggio i campioni di Francia. I bretoni a quel punto provano a cercare l’1-1 con gli ultimi assalti, ma si fanno infilare in contropiede da Ibrahimovic, che mette fine al suo digiuno trovando il gol del definitivo 2-0.

8 punti in classifica dunque per il Paris Saint Germain, che nel prossimo turno andrà a giocare sul sempre difficile campo del Bordeaux, mentre per l’En Avant de Guingamp, tra due settimane, l’impegno sarà casalingo contro il Bastia.