Il Kakà-bis parte da Chiasso, assist e fascia da capitano

kakà milan

Il Milan si prepara per la ripresa del campionato: gli uomini di Allegri (ovviamente quelli non impegnati con le nazionali) sono scesi in campo contro il Chiasso, aggiudicandosi il primo trofeo Città di Chiasso contro la squadra di Gianluca Zambrotta.

I riflettori erano tutti puntati su Ricky Kakà, il grande ritorno: viste la assenze di Montolivo ed Abbiati la fascia sarebbe dovuta andare ad Amelia, che ha deciso di lasciarla al brasiliano. Risultato a parte (sonoro 4-0, a segno Nocerino, Silvestre, Robinho e Saponara), quello che interessava di più era la condizione fisica del numero 22, che ha mandato in porta Nocerino dopo appena 7 minuti con un assist delizioso, ma che è comunque sempre molto imballato: la miglior condizione fisica è lontana, si lavora per recuperarlo nel match contro il Toro.

A fine partita il giocatore ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Non sono ancora al 100%, ma sto lavorando. Rispetto a quando ero più giovane non ho più l’esplosività, ma ragiono di più ed è più facile che faccia la giocata giusta“.