Juve all’esame Galatasaray per dimenticare Copenaghen

Drogba Galatasaray

Il pareggio col Copenaghen nella prima giornata di Champions League ha complicato non poco i piani della Juve che, contro il Galatasaray allo Juventus Stadium, è attesa già ad una sfida decisiva per la qualificazione. I campioni di Turchia non stanno attraversando certo un momento felicissimo tra la brutta partenza in campionato e il burrascoso cambio di guida tecnica. All’ormai ex mister Fatih Terim sono risultati fatali i soli sei punti in quattro giornate di campionato e soprattutto i sei gol subiti per mano del Real Madrid in casa al debutto in Champions; nell’ultimo turno di campionato la panchina dei giallorossi è stata affidata a Hasan Sas e all’ex portiere della Nazionale brasiliana Taffarel, rimediando però solo un pareggio per 1-1 in casa contro il Rizespor. Mercoledì sera però sulla panchina del Galatasaray siederà il neo tecnico Roberto Mancini che, dopo una trattativa durata giorni con gli emissari del club giunti fino in Italia, ha accettato l’avventura nel campionato turco dopo un’ estate passata ad aspettare proposte di grandi club che però non sono arrivate.

Difficilmente in due giorni il tecnico di Jesi riuscirà a cambiare volto al balbettante Galatasaray visto in questo primo scorcio di stagione, bensì si affiderà al collaudato 4-3-1-2,modulo usato da Terim nelle ultime due stagioni, sperando di poter contare su Wesley Snejider e Didier Drogba che rimangono ancora in dubbio per la partita. Il centrocampista olandese infatti nella giornata di ieri si è sottoposto ad una radiografia dopo aver saltato anche l’ allenamento domenicale con la squadra per un problema muscolare; meno grave è invece la situazione dell’attaccante ivoriano che, allenatosi fino ad ora a parte, potrebbe recuperare.

Di certo non mancheranno vecchie conoscenze della Serie A come il brasiliano Felipe Melo, ex dal dente avvelenato che ha saltato l’ultima gara di campionato per squalifica, e Fernando Muslera, ex portiere della Lazio. Mancini potrà affidarsi anche ai precedenti nei quali si assiste a una situazione di sostanziale equilibrio tra le due squadre; con una vittoria bianconera, 2 pareggi e una vittoria del club di Istanbul.