La rinascita di Lukaku, Jagielka lo teme perfino in allenamento

Everton-striker-Romelu-Lukaku_20130930172307199_660_320

Romelu Lukaku ha segnato tre goal in due presenze con l’Everton in questa stagione, dopo essere stato ceduto in prestito dal Chelsea di Mourinho. Quest’anno doveva essere quello del definitivo lancio di Lukaku nell’attacco dei Blues, ma il tecnico portoghese ha preferito darlo nuovamente in prestito e prendere il trentaduenne Eto’o dall’Anzhi.

Con il suo arrivo all’Everton, il giocatore belga ha subito stupito i compagni e soprattutto il capitano Jagielka ha esaltato le sue doti e le sue caratteristiche da leader dell’attacco.

“E’ un acquisto fantastico per la nostra squadra. E’ un grande giocatore e probabilmente ci porterà ad un livello superiore. Se riuscirà a tenersi in forma e in confidenza, allora sarà una grande stagione.”

Il difensore inglese ha spiegato alla stampa che Lukaku è uno dei giocatori fisicamente più forti della Premier League, tanto che preferisce evitare di marcarlo in allenamento.

“E’ uno tosto e sinceramente preferisco stargli lontano in allenamento!”

Ha concluso poi commentando il trasferimento del compagno dal Chelsea, dopo la scorsa stagione passata in prestito allo stesso modo al West Bromwich.

“Ha tutti gli attributi per diventare un gran giocatore, ha una presenza fisica come poche in questo campionato e ovviamente la ‘bocciatura’ al Chelsea lo ha reso ancora più arrabbiato e determinato dell’anno scorso.”

Lukaku, durante la sua permanenza al West Brom ha segnato 17 goal in 35 presenze, sperando di tornare al Chelsea e giocare da titolare o da comprimario. Il suo obiettivo però è sfumato e ora deve provare di nuovo la sua forza con i Toffees.