Wilshere chiude a Januzaj: “Solo gli inglesi in nazionale”

Wilshere_2692467b

Adnan Januzaj è uno dei migliori talenti in circolazione in Premier League, su questo non si discute. Quello su cui invece si discute tantissimo oltremanica è la possibilità che il talento del Manchester United, belga di origini kosovare, possa essere naturalizzato prendendo la residenza inglese e giocare, di conseguenza,  nella nazionale di Sua Maestà. Chi sul punto sembra avere un’opinione chiara è Jack Wilshere, numero dieci dell’Arsenal e colonna portante della nazionale dei tre leoni, che dice la sua sulla questione e lo fa senza girarci troppo attorno: «Per me se sei inglese giochi nell’Inghilterra, le uniche persone a poter vestire la maglia della nazionale inglese sono appunto gli inglesi. Vivere cinque anni in Inghilterra non fa di Januzaj un inglese. Noi siamo inglesi, quelli che giocano duro e son difficili da battere». A scanso di equivoci, Wilshere spiega ancora più chiaramente la sua posizione sulla naturalizzazione di Januzaj: «Vivere cinque anni in un posto non rende nativi di quel posto. Se vado cinque anni in Spagna non divento spagnolo e quindi non ho il diritto di giocare per la nazionale spagnola».

Insomma idee chiare, l’unica eccezione Wilshere la concede a Fabio Capello: «Anche il commissario tecnico deve essere inglese, quindi sono contento che ci sia Hodgson anche se Fabio Capello, il suo predecessore, ha fatto tanto per il calcio inglese e per il sottoscritto. E’ stato lui a credere nelle mie qualità e farmi esordire in nazionale».