Alex Ferguson presenta la sua autobiografia. Ecco alcuni stralci

Alex Ferguson

24589_121102035054-football-sir-alex-ferguson-manchester-united-story-top

Alex Ferguson ha presentato oggi a Manchester il suo libro autobiografico. Ecco qualche interessante stralcio scritto dallo storico manager del Manchester United:

LA RIVALITA’ CON BENITEZ – L’errore che fece fu quello di diventare il mio antagonista personale. Una volta che lo metti sul piano personale, non hai alcuna possibilità, perchè io so aspettare. Io ho avuto successo, lui aspirava a vincere trofei che invece andavano in mano mia. Fu molto imprudente“. Celebre una conferenza dello spagnolo ai tempi del Liverpool, quella dei ‘facts’. “Si presentò in sala stampa con un foglio pieno di dati, tutti sbagliati. Dopo quel discorso che fece su di me l’unica cosa che gli dissi in replica è che fu un po’ pungente riguardo a qualcosa, e che sarebbe stata una sconfitta dirgli che cosa avrebbe dovuto fare. Questo è quello che gli dissi: ‘Sei uno sciocco, non dovresti mai buttarla sul personale’. Quella fu la prima volta che adottò una tattica del genere con me, ed i successivi attacchi nei miei confronti furono sempre di quel tipo. Si è lamentato che non aveva soldi da spendere, ma dal giorno in cui arrivò in Premier League, spese molto di più rispetto a me. Perchè non fece bene come avrebbe voluto ad Anfield? Dal mio punto di vista personale ha pensato sempre più a difendere che ad attaccare, a distruggere il gioco piuttosto che a vincere. E’ stato fortunato e qualche volta è riuscito a vincere. “Il Liverpool era veramente difficile da guadare quando c’era Benitez come manager. Trovavo la squadra molto noiosa. E’ stata una vera sorpresa per me vedere che il Chelsea lo abbia chiamato dopo Di Matteo. Nel corso della sua carriera ha vinto due Liga e una Coppa Uefa con il Valencia, una Champions e una Fa Cup con il Liverpool. In sei mesi Di Matteo ha vinto una Champions ed una FA Cup. Sono record già comparabili. Rafa è caduto in piedi…“.