Verso Real Madrid – Juventus: in Spagna temono Pirlo e vedono un leone ferito

Real-Madrid---Juventus-Champions-League-2013 (1)

Si avvicina Real Madrid – Juventus, un clasico del calcio mondiale, come direbbero in Spagna. Da una parte i nuovi Galacticos, squadra di fenomeni assoluti come Cristiano Ronaldo, Modric, Isco e Bale, dall’altra una squadra quadrata, che può contare sulla garra di Vidal, la classe di Pirlo e la freschezza (e a volte, purtroppo, la supponenza) di un fenomeno in erba come Paul Pogba.

IL MOMENTO Le due squadre sono agli antipodi: a Madrid gongolano dopo la miglior prestazione della gestione Ancelotti (2-0 al Malaga, gol di Di Maria e del solito Ronaldo), mentre a Torino i tifosi sono ancora sotto shock per la peggior sconfitta dell’era Conte (4-2 a Firenze, rimontati con 4 gol in 15 minuti). Al Santiago Bernabeu sarà battaglia vera: i bianconeri dovranno dimostrare che il cazzotto, per usare le parole di Conte, ricevuto dalla Fiorentina sia servito a riscuotere gli animi, a ritrovare quell’intensità, quella, appunto, garra che non si è vista a Firenze, la cui mancanza è stata evidenziata da un Vidal troppo morbido per essere vero.

I PRECEDENTI Le due squadre si sono affrontate a Madrid per 6 volte: 4 hanno prevalso i castigliani, mentre i bianconeri sono riusciti a vincere in 2 occasioni. L’ultima della Juve al Bernabeu è scolpita da un artista che risponde al nome di Alessandro Del Piero, indimenticato numero 10 che stese il Real con una doppietta il 5 novembre 2008, ricevendo la standing ovation non solo dei suoi tifosi, ma anche degli avversari.

Questi i meri dati statistici che faranno da contorno ad una partita attesa, preparata e gestita, nelle forze e negli uomini, da Antonio Conte e Carlo Ancelotti. Ma come la pensano a Madrid? Per rispondere a questa domanda abbiamo chiesto aiuto a David Jorquera, direttore di defensacentral.com, la voz del Madridismo.

Come viene vista in Spagna la Juventus?

In Spagna il concetto che abbiamo della Juventus è che sia una squadra difficile da battere. Che abbia pareggiato contro il Galatasaray o il Copenhagen non dice molto perché gli italiani in generale, e la Juventus in particolare, nelle grandi partite danno il meglio di loro. Vengono da una sconfitta con la Fiorentina ma hanno sempre giocato bene al Bernabeu: sarà una partita equilibrata.

Qual’è il calciatore più pericoloso fra i bianconeri?

Non c’è un solo calciatore pericoloso, però quello che genera più attenzione è Pirlo. E’ un calciatore con tanta esperienza, che sa giocare questo tipo di partite: a centrocampo ci sarà una dura battaglia con il Real Madrid, che ha le giuste capacità per annullare il suo gioco. Poi ci sono altri calciatori come Tevez, Marchisio o Vidal che sono altrettanto importanti, ma il punto di riferimento è Pirlo, senza alcun dubbio.

Cosa pensate del momento della Juventus?

A Madrid la Juventus viene vista come un leone ferito. Non esiste la percezione che la squadra sia meno forte di altri anni, ma semplicemente che i risultati non stiano arrivando come gli anni precedenti. Se facessimo un’inchiesta per eleggere una squadra che i madridisti non vorrebbero affrontare nei quarti o in semifinale di Champions, sicuramente ci sarebbe la Juventus.

La Juventus può creare difficoltà al Real Madrid?

Lo stato di forma del Real Madrid in questo momento non è uno dei migliori. Sicuramente contro il Malaga ha giocato meglio rispetto ad altre partite, però Ancelotti sta ancora lavorando per dare un volto a questa squadra. Se la Juventus fa una partita uguale a quella fatta nel derby dall’Atletico Madrid, potrebbe essere pericolosa. Se Cristiano Ronaldo, Benzema, Isco o Modric avranno una buona giornata, giocando bene nel proprio stadio, il Real vincerà la partita.