Milan, la rincorsa continua: un missile di Montolivo affonda il Catania

mortolivo

Il posticipo domenicale vede di fronte Milan e Catania, due squadre dagli obiettivi diametralmente opposti. I rossoneri cercano il quarto successo consecutivo per avvicinare la zona Europa League, i siciliani, in una situazione di classifica disperata, hanno assoluto bisogno di punti per alimentare le residue speranze di salvezza. Seedorf schiera Poli sulla trequarti al posto dell’infortunato Honda e gli affianca i soliti Taarabt e Kakà, mentre in avanti torna Balotelli dal primo minuto. L’esordiente Pellegrino, privo di Bellusci e Peruzzi, risponde con Barrientos, Leto e Plasil a sostegno dell’unica punta Bergessio.

MOTO”V”IVO – Sin dall’inizio è il Milan a tentare di imporre il proprio gioco, soprattutto grazie alle invenzioni di Taarabt, ma le prime occasioni sono del Catania con Barrientos che prima manda fuori di un soffio di sinistro e poi, sempre col mancino, costringe Abbiati alla grande deviazione in angolo. Il diavolo reagisce e dopo un paio di discese senza esito di Kakà e Taarabt al 23′ trova il vantaggio: Balotelli batte corto per Montolivo, il quale lascia partire un destro potente dalla grande distanza che supera Andujar (tuffatosi con un pizzico di ritardo). Il gol carica i rossoneri e Taarabt, il migliore dei suoi nella prima frazione, al 33′ lascia partire un gran destro dal limite che esce di poco alla sinistra di Andujar. Quattro tentativi senza fortuna di Balotelli (tre su calcio piazzato) chiudono il primo tempo. Milan meritatamente in vantaggio, Catania messo bene in campo ma troppo poco incisivo.

ROSSO RINAUDO – La ripresa comincia senza cambi e con la squadra di Seedorf che amministra il risultato cercando di pungere quando ne ha l’occasione. Al 50′ Bonera mette in mezzo dalla destra, Poli irrompe di testa anticipando Balotelli ma il suo colpo di testa termina addirittura in rimessa laterale. Il Milan controlla agevolmente la gara e continua a rendersi pericoloso con Montolivo prima (sinistro al volo da fuori) e Mexes poi (bella sforbiciata su schema da palla inattiva a lato di poco). Al 67′ calcio d’angolo di Kakà, Bergessio prova allontanare ma svirgola provocando quasi un’autorete. I rossoneri non chiudono la gara e allora il Catania ci prova con Lodi che, con una punizione delle sue, costringe Abbiati al grande intervento. A spegnere le speranze dei catanesi è però Rinaudo che entra in modo duro su Mexes e finisce anzitempo negli spogliatoi. Con l’uomo in più il Milan ammortizza il match e nel finale va vicino al raddoppio, ma le conclusioni di Taarabt e Balotelli non centrano il bersaglio. Poco male, dopo tre minuti di recupero De Marco fischia la fine e Seedorf può festeggiare il quarto successo di fila.

Tabellino

Milan-Catania 1-0: 23′ Montolivo

Milan: Abbiati; Constant (77′ Emanuelson), Mexes, Rami, Bonera; De Jong, Montolivo; Taarabt, Poli (74′ Abate), Kakà (86′ Pazzini); Balotelli. Allenatore: Seedorf

Catania: Andujar; Monzon, Rolin, Spolli, Gyomber; Lodi, Rinaudo; Leto (58′ Castro), Plasil (77′ Izco), Barrientos; Bergessio (82′ Boateng). Allenatore: Pellegrino

Ammoniti: Barrientos, Rolin, Plasil, Rinaudo, Mexes, Monzon

Espulso: Rinaudo