UFFICIALE: Harry Kewell dice basta al calcio giocato. Ecco la carriera dello sfortunato australiano

Kewell

Ora è ufficiale, Harry Kewell ha dato il suo addio al calcio giocato. Dopo aver annunciato il ritiro circa un mese fa, ieri è arrivata anche l’ufficialità. Il calciatore australiano ha giocato la sua ultima partita in carriera con la casacca dei Melbourne Heart, nella sconfitta casalinga contro il Western Sydney Wanderers, chiusasi con il punteggio di 3-2 per gli ospiti, e nella quale ha lasciato il suo ultimo graffio, fornendo l’assist del momentaneo 1-1 di Engelaar. Al termine della gara è stato portato in trionfo dai compagni di squadra e acclamato dai suoi supporters, ha dato l’ultimo saluto da capitano.

LA CARRIERA – Harold Kewell è un ex calciatore australiano, nato a Sydney il 22 settembre 1978, di ruolo centrocampista esterno, che ha fatto del suo mancino l’arma più letale. La sua lunga carriera è iniziata proprio nel suo paese, quando militava tra le file del Westfields Sports High School, prima di partire per l’Inghilterra all’età di 15 anni. Kewell superò il provino effettuato con il Leeds United ed esordì con il suo nuovo club in prima squadra ancora 17enne nella sconfitta del 30 marzo 1996 contro il Middlesbrough. Mise a segno il suo primo gol in un match di coppa del successivo ottobre contro lo Stoke City. Nel Leeds giocava nel ruolo di punta esterna in coppia con il connazionale Mark Viduka, trascinando il club inglese fino alle semifinali Champions della stagione 2000/01, un anno prima di retrocedere in seconda divisione. Dopo la retrocessione si chiuse l’avventura di Harry Kewell con la maglia del Leeds, con la quale ha ottenuto un bottino di 212 apparizioni e 52 reti in tutte le competizioni. A partire dalla stagione 2003/04, l’australiano approdò a Liverpool alla corte di Rafa Benitez, con il quale arrivò, dopo una serie sfortunata di infortuni, a vincere la Champions League 2005, prendendo parte alla finale contro il Milan vinta ai calci di rigore, risultando così il secondo australiano della storia a vincere la massima competizione europea per club. Nella stagione successiva, Kewell volle ripagare la fiducia riposta in lui dal tecnico spagnolo, senza però riuscirci a causa dei suoi innumerevoli problemi fisici che lo costrinsero anche ad uscire dopo soli 48 minuti nella finale di FA cup del 2006. Dopo oltre un anno di assenza per infortuni vari, ritornò al termine della stagione 2007, giocando il secondo tempo della finale di Champions persa contro il Milan per 2-1. La sua avventura ai ‘Reds’ terminò nell’estate del 2008, con 133 presenze e solamente 15 gol all’attivo in tutte le competizioni dopo 5 anni di Liverpool. Nel luglio 2008, dopo molte voci di mercato, siglò un nuovo contratto con i turchi del Galatasaray, dove venne soprannominato ‘The Wizard of Oz’ dai tifosi giallorossi. Dopo tre stagioni con buoni numeri (91 presenze e 34 gol), lascia la Turchia per far ritorno in Australia. Nell’agosto 2011 Kewell firma un triennale con il Melbourne Victory, ma dopo solo una stagione annuncia di dover tornare in Europa per motivi familiari, dopo 25 presenze e 8 reti in Australia. La stagione seguente fa una breve apparizione in Arabia con l’Al Gharafa con il quale disputa solamente 3 gare mettendo a segno anche un gol. Nell’estate 2013 sigla il suo ultimo contratto, ritornando in Australia con i Melbourne Heart, del quale diventa capitano chiudendo la stagione con 16 presenze e 2 reti.

NAZIONALE E TITOLI – Harry Kewell ha anche giocato per la nazionale del suo Paese, dal 1996 al 2012 risultando il calciatore più giovane della storia ad esordire con l’Australia alla giovanissima età di 17 anni e 7 mesi. Lascia la nazionale nel 2012 dopo 58 apparizioni e 17 reti. In carriera l’australiano ha vinto 4 prestigiosi titoli, tutti con la maglia del Liverpool: una Community Shield, una Coppa d’Inghilterra, una Champions League ed una Supercoppa UEFA.