Papa Francesco è anche una (cattiva) squadra di calcio argentina

papa francesco

Papa Francesco è ora anche una squadra di calcio. In Argentina, paese di origine del pontefice Jorge Mario Bergoglio, è stata fondata infatti una compagine che intende omaggiarne la figura e tra gli scopi della nuova società c’è la promozione del rispetto reciproco e della non-violenza. Purtroppo però la prima partita della “Papa Francesco” non è stata esattamente esemplare, così come i suoi tesserati non sembrano essere esattamente degli stinchi di santo…

SCUSI, SANTITA’ – L’esordio della Papa Francesco ha visto infatti due espulsioni nel match infuocato contro il Trefules, a sua volta sanzionato con altri due cartellini rossi ed un 2-2 finale che non ha soddisfatto nessuno. Il proprietario della Papa Francesco, Jorge Ramirez, ha precisato prima della gara: “Ci faremo chiamare “Il Santo del Sud”, sarà il soprannome della Papa Francesco”, ma Fabian Gaddi, centrocampista della formazione tanto devota a Bergoglio ha dichiarato a sua volta con un pizzico di ironia dopo l’incontro-scontro: “Il nostro scopo è giocare in nome della fratellanza, dell’amicizia e del fair play, se però ci mettiamo ad insultare gli avversari la cosa si fa dura. Il papa però è argentino e capirà…”.

SANTI PECCATORI – La “Papa Francesco” conta attualmente 47 membri tra giocatori e staff tecnico e dirigenziale, e consta in larga parte di ragazzi sottratti ai quartieri malfamati di Buenos Aires e della sua pericolosa periferia. L’iniziativa è sorta quindi anche per scopi sociali.