Benitez: “Hamsik è fondamentale per la squadra. Ad Udine per vincere”

benitez press conference

Rafa Benitez è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Udinese-Napoli. Ecco quanto dichiarato dal tecnico spagnolo:

CONVOCATI – Higuain ha avuto un colpo in allenamento, ha fatto un po’ di lavoro ma è troppo presto per recuperarlo per domani. Zuniga si è allenato con la squadra e ora è convocato. Non è ancora pronto per giocare dal primo minuto ma se è nella lista dei convocati, può giocare.

HAMSIK – E’ un giocatore fondamentale per me e per la società, non c’è alcun dubbio. Quest’anno ha avuto due mesi di infortunio ma sono contento per lui. Non vogliamo venderlo, sono contentissimo e oggi non è sul mercato. Non consideriamo nessuna trattativa per Marek. E’ un professionista al 100% ed è una qualità importante per noi

UDINESE – Voglio vincere la prossima partita, vorrei questo come regalo per il compleanno. Voglio vincere questa partita contro l’Udinese e poi vedremo alla prossima. All’andata ricordo il terzo gol con un errore nostro in marcatura. Quando parliamo della maturità intendo la concentrazione in tutta la partita, sappiamo che è una partita difficile. L’Udinese ha qualità ed energie, il Presidente li ha caricati e sarà ancora più difficile.

GIUDIZI – Ogni allenamento e partita conta. Dobbiamo analizzare cosa fanno i giocatori durante l’allenamento, dopo e ad ogni partita. Può cambiare la decisione di qualcuno ma sappiamo che sono giocatori qualità e di livello. Queste partite esprimono la mentalità di un singolo giocatore, della voglia di vincere e di diventare un giocatore più forte.

ZAPATA – E’ un giocatore giovane che aveva bisogno di tempo. Nelle ultime partite ha giocato bene, sono molto contento della sua evoluzione ma deve dimostrarlo ancora in campo.

RENDIMENTO – Il rischio di avere una finale da giocare è che si possa pensare solo a quella e non ricordare che ogni partita è importante. Se non vedo un atteggiamento giusto in campo, mi renderò conto che si tratta di un segnale negativo per la finale. Queste due partite sono molto importanti per dare un segnale per giocare anche in finale.

FUTURO – Credo sia troppo presto per parlare di mercato. Lavoriamo, pensiamo alle partite e poi alla fine qualcosa faremo con Bigon. Dobbiamo trovare qualcosa di cui abbiamo bisogno ma ora dobbiamo pensare a giocare. Alla fine bisogna giocare con tutte le squadre. La nostra crescita e maturità significa fare le scelte giuste in ogni singola partita. Bisogna fare una rosa più forte per affrontare ogni partita per vincere, è questione di tempo. Una società che ha vinto tanto è più facile, ad esempio con il Real arrivare secondo era una sconfitta, l’unico traguardo era essere primi. Il prossimo anno la rosa sarà più forte ma c’è bisogno di tempo.

BAYERN – Quando hai giocatori di qualità che possono aiutare nel possesso puoi giocare con i terzini più dentro al campo. Hai bisogno di giocatori che capiscano il calcio e puoi fare ogni tipo di ragionamento.

TATTICA – Sto imparando tantissimo e dal punto di vista tattico analizziamo ogni partita. La chiave per me è far capire alla mia squadra cosa vogliamo fare. Dobbiamo capire cosa fare in campo contro ogni squadra con un diverso modulo. Per me non è un problema cambiare, ho i giocatori per farlo. Ma oggi abbiamo bisogno di tempo e di capire come lavorare al meglio con il 4-2-3-1. In Italia si gioca troppo sull’avversario.

DIFESA – Perdere un giocatore come Britos o Higuain cambia un po’ tutto. Ti condiziona un po’, dobbiamo decidere domani parlando con tutto lo staff quale soluzione poter adottare. Britos ha avuto un colpo al ginocchio, è un po’ doloroso.