F1, GP di Cina: i voti. Hamilton impeccabile, Alonso stoico.

19.04.2014- Qualifying, Lewis Hamilton (GBR) Mercedes AMG F1 W05

Il Gran Premio di Cina ha visto l’ennesimo, stratosferico successo delle Mercedes. Segnali di ripresa da parte della Ferrari di Alonso, mentre Kimi è ancora lontano dai top. Ecco i voti, secondo noi di MDC

HAMILTON 10 Pole, davanti dall’inizio alla fine e quasi mai inquadrato dalle telecamere; lo strapotere di Lewis Hamilton in Cina è testimoniato dalle pochissime immagini che la regia riserva al n.44. Imbarazzante quanto distanzi il suo compagno di squadra: dopo sole quattro gare questo mondiale sembra aver già trovato il suo dominatore. Incontrastato.

ALONSO 9 Un podio, con questa Ferrari, sembra essere un vero e proprio miracolo di Pasqua. Parte benissimo, guadagnando posizioni su Ricciardo e Rosberg, facendo poi venire un brivido ai ferraristi quando si sportella con Massa alla prima curva. Poi entra in modalità robot e compie l’impresa: impensabile tenere dietro Rosberg, grande nella gestione di Ricciardo, che ne aveva di più, nel finale. Risorto.

RICCIARDO 7.5 Perde mezzo punto per una partenza non felice anche se ha l’attenuante di partire sul lato sporco della pista. La Red Bull, con una strategia abbastanza incomprensibile, ritarda la sua prima sosta e priva gli spettatori del possibile duello con Rosberg. Distrugge Vettel nel confronto diretto, lasciandolo dietro sia in qualifica che in gara. Grande.

ROSBERG 6.5 Difficile dare un voto così basso a chi arriva secondo ma, con lo strapotere di questa Mercedes, ci si aspettava comunque di più dal tedesco. Rimane davanti nel mondiale solo grazie al ritiro del compagno di scuderia in Australia; a parte ciò, il GP di Cina conferma che Hamilton sembra averne comunque di più. Secondo.

VETTEL 6 E’ incredibile il distacco che il quattro volte campione del mondo subisce dal compagno di scuderia. Parte bene, in seconda posizione ma, dopo la prima sosta, inizia ad imbarcare acqua da tutte le parti; il siparietto in radio-box quando stava arrivando Ricciardo rimarrà negli annali. C’è comunque veramente poco da salvare nel week-end del tedesco. Appannato.

RAIKKONEN 5.5 Nella giornata di ieri non era riuscito a portare la Ferrari neanche in Q3, qualificandosi undicesimo. Salva parzialmente in week- end in gara, riuscendo a chiudere ottavo dopo una buona partenza. Alonso, però, lo surclassa durante tutto il week- end; ci si aspetta sicuramente di più dal finlandese nelle prossime gare. Da ritrovare.

WILLIAMS 4 Incredibile l’errore dei meccanici ai box con Massa, partito come una fionda e con una vettura che avrebbe potuto portare il brasiliano a giocarsi il podio. Una delle vetture più bilanciate di tutto il circus viene, ancora una volta, appiedata dai propri meccanici. Non ci siamo.

MCLAREN 3 In Australia, sfruttando anche la squalifica di Ricciardo, aveva portato entrambe le monoposto sul podio. Poi un declino inesorabile, neanche troppo lento, culminato nel GP di Cina con l’esclusione di entrambi i piloti dalla top- ten. Incomprensibili.